Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 8 Maggio 2015

Da "Blue Valentine" di Derek Cianfrance a "I ponti di Madison County" di Clint Eastwood: ecco alcuni film che dovreste assolutamente evitare di guardare assieme al vostro partner durante i primi appuntamenti

Closer

Una delle cose più belle da fare, quando si è all'inizio di una relazione, è certamente vedersi un bel film assieme al proprio partner. Attenzione alle scelte però, perché alcune pellicole andrebbero accuratamente evitate durante un appuntamento, almeno durante i primi tempi. Prendiamo ad esempio l'intensissimo Blue Valentine di Derek Cianfrance, pellicola del 2010 con Ryan Gosling e Michelle Williams. Ebbene: voi siete lì con la vostra nuova conquista, avete avuto abbastanza fortuna da potervi sedere in poltrona accanto a lei, e voilà, ecco un film su una coppia che dopo aver vissuto i migliori anni della propria vita, finisce poi allo sfacelo emotivo tra insulti d'odio urlati con brutalità. D'accordo, bello dirsi “però noi non saremo come loro”, ma siete pronti a correre il rischio?

Simile è anche il caso di Closer, opera corale diretta da Mike Nichols nel 2004, in cui tutta la fragilità dell'amore viene fuori per sgretolarsi fra reciproche accuse, offese, bugie e tradimenti. Se avete il coraggio di metterlo su, allora scordatevi pure il possibile prosieguo romantico della serata: di sicuro, il vostro compagno tornerà a casa col magone. 

Ora, uno dei film più belli mai fatti da Clint Eastwood è senza ombra di dubbio I ponti di Madison County. Realizzato nel 1995, ci presenta non solo una delle coppie più commoventi mai apparse su grande schermo (il nostro ex cavaliere pallido condivide le scene con Meryl Streep), ma anche una delle love story più struggenti mai girate. La storia è quella di un fotografo e una casalinga che s'innamorano follemente nel giro di un weekend, intanto che il marito di quest'ultima è fuori città in gita coi figli. Seguono dichiarazioni da sciogliere il cuore, romantiche danze sotto il chiaro di luna e tutte le possibili emozioni di un'incontrollabile passione: bellissimo e magnifico, ma poi iniziate a pensare, “E se io non fossi Clint Eastwood, bensì il marito?”. 

[Leggi anche: San Valentino: I migliori film romantici che forse non conoscevate]

Volete invece cambiare continente, magari dimostare il vostro animo cinefilo tirando fuori qualche film asiatico? Anche qui, attenzione. Pang Ho-cheung è decisamente uno dei più noti cineasti hongkonghesi del momento, ma guai a scegliere Beyond Our Ken, storia di sotterfugi e segreti amorosi. La morale dell'opera? “Tutti gli uomini sono dei ranocchi, ma tutte le donne sono delle streghe”.

Dalla Francia, invece, evitare accuratamente Les parapluies de Cherbourg: uno vede le canzoni e gli ombrelli e pensa sia un film romanticissimo. Certamente lo è, ma è anche e sopratutto una pellicola su quel tipo d'amore che non ritorna più, di quelle che ci si lascia indietro col dolore di chi è maturato e ha capito di voler altro dalla vita. Insomma: un'autentica mazzata nel cuore. 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box