Ritratto di Andrea Chimento
Autore Andrea Chimento :: 8 Maggio 2014

Olivier Assayas sarà in concorso al Festival di Cannes con il drammatico Clouds of Sils Maria, storia di una rivalità tra due attrici. Nel cast Juliette Binoche, Chloë Moretz e Kristen Stewart

Eva contro Eva nel nuovo millennio? Leggendo la sinossi di Clouds of Sils Maria, ultima fatica del transalpino Olivier Assayas, il paragone con il film di Joseph Leo Mankiewicz del 1950, con Bette Davis e Anne Baxter, sembra più di una semplice suggestione.
Protagonista della nuova pellicola è Maria Enders, attrice di grande fama a cui viene chiesto di tornare a esibirsi nell’opera teatrale che l’aveva portata al successo diversi anni prima: all’epoca aveva interpretato una ragazza giovane e seducente, ora è stata chiamata per il ruolo di una donna anziana.
Maria Enders si ritroverà così faccia a faccia con un’attrice giovane e promettente, proposta per la parte della ragazza, che le apparirà come un inquietante riflesso di se stessa.
Dopo l’ottimo Qualcosa nell’aria, presentato alla Mostra di Venezia 2012, Assayas punta a un film altrettanto intenso e profondo, dai significativi risvolti psicologici e umani.
Clouds of Sils Maria sarà in concorso al Festival di Cannes 2014, dove è considerato tra i titoli più attesi in assoluto: il regista torna sulla Croisette dieci anni dopo Clean, con Maggie Cheung che vinse la Palma come miglior attrice.
Come molte sue opere precedenti, Clouds of Sils Maria sarà un film prevalentemente al femminile. Il regista punta infatti su un tris d’attrici pronte a catturare l’obiettivo dei fotografi della montée des marches: Juliette Binoche (Maria Anders), Chloë Moretz (l’attrice giovane) e Kristen Stewart (l’assistente della Enders). Quest’ultima al suo primo film d’autore dopo il successo (commerciale) della saga di Twilight.

 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box