Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 14 Dicembre 2015

Da Sylvester Stallone a Cameron Diaz, ecco alcuni celebri divi hollywoodiani che hanno iniziato la propria carriera nel mondo del porno e delle produzioni per adulti

Cameron Diaz

Attori oggi affermatissimi che però hanno un passato nei film per adulti? Gli esempi sono diversi, ma quello più lampante rimane probabilmente quello di Sylvester Stallone, che nel 1970 girò il porno The Party at Kitty and Stud's di Morton Lewis, poi ri-editato sei anni dopo col titolo Lo stallone italiano per cavalcare l'onda del successo di Rocky. L'attore ha poi rivelato di aver girato la pellicola solamente per disperazione: il nostro, senza un briciolo di denaro in tasca, si ritrovò infatti cacciato dal proprio appartamento: “O facevo il film, o finivo per derubare qualcuno. Ero veramente alla fine della corda”.

Ecco poi il caso di un altro duro del cinema action, Arnold Schwarzenegger, che, come tutti sappiamo, ha iniziato la propria carriera come bodybuilder, esibendo i suoi muscoli abnormi per le platee di tutto il mondo. Pochi sanno, però, che il nostro posava anche regolarmente nudo per una rivista gay chiamata After Dark! Un passato di cui vuole assolutamente dimenticarsi; anche perché: ve lo immaginereste mai un governatore con un precedente da modello queer v. m.18? 

E forse, ai maschietti interesserà maggiormente il caso di Cameron Diaz. Prima di conquistare Hollywood con pellicole come Tutti pazzi per Mary o The Mask – Da zero a mito, sappiate che la bella attrice ha girato un bel filmato straight to video, di quelli senza sceneggiatura o messa in scena: solo lei davanti alla videocamera, mentre si spoglia facendo cose ammiccanti. Sì, insomma, come quei programmi di sesso telefonico che troviamo ancora in qualche canale sperduto durante la notte. Una volta diventata famosa, la diva ha poi cercato di far sparire le tracce di queste famigerate vhs, ma era ormai troppo tardi!

[Leggi anche: Le più spassose parodie porno, da "Pulp Friction" a "Edward mani di pene"]

Infine, decisamente insospettabile è anche Jackie Chan, che oggi tutti conosciamo principalmente per le sue mirabolanti scene d'arti marziali sia in produzioni hollywoodiane che asiatiche. Durante i suoi primi giorni nell'industria, però, il nostro eroe recitava in pellicole di tutt'altro genere, ovvero in soft-core tutto sesso e poco altro. Niente di particolarmente spinto o esplicito, per carità, ma erano comunque opere vietate ai minori e con una certa fissa per i seni esibiti!

Categorie generali: 

Facebook Comments Box