Ritratto di Simona Carradori
Autore Simona Carradori :: 11 Gennaio 2017

Qual è la tecnica migliore da utilizzare nel cinema per filmare una conversazione o interazione tra due personaggi? Senza ombra di dubbio quella del campo-controcampo. Scopriamola attraverso il cinema del fratelli Coen

Il grande Lebowski

Qual è la tecnica migliore da utilizzare nel cinema per filmare una conversazione o interazione tra due personaggi? Senza ombra di dubbio quella del campo-controcampo, che consiste nel far susseguire alternativamente una serie di inquadrature speculari di due soggetti che parlano o si scambiano gesti e sguardi, come in una sorta di botta e risposta. Una particolarità di questa tecnica è che nella maggior parte dei casi mantiene un punto di vista soggettivo o semi-soggettivo, che contribuisce a renderla ancora più immediata e d’impatto sullo spettatore, il quale è in grado di capire all’istante la relazione tra un personaggio e l’altro; anche più di uno in alcuni casi.

Ma una volta compresa la funzione e le regole del campo-controcampo è essenziale ottenere altre informazioni basilari, come il posizionamento delle videocamere, quale tipologia di lente usare o quando tagliare le scene in fase di montaggio per ottenere un effetto più immediato possibile. Come?

Nel video sottostante ci viene spiegato nel dettaglio tutto quello che bisogna sapere sul campo-controcampo attraverso il cinema di Joel e Ethan Coen, da sempre maestri nello sfruttare questa tecnica in modi sempre diversi e spesso davvero creativi. 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box