Ritratto di Marco Rovaris
Autore Marco Rovaris :: 25 Luglio 2014

L'autore del successo del 1996 "Fight Club" scriverà per Dark Horse Comics un fumetto di dieci puntate sul sequel del suo romanzo. L'adattamento cinematografico di David Fincher del 1999 con Norton e Pitt segnò l'immaginario di una generazione

Fight Club, in arrivo il sequel

L'arrivo di Fight Club 2 è una notizia che fa sobbalzare sulla sedia l'intera generazione che è stata sconvolta dal romanzo di Chuck Palahniuk, o meglio, dalla sua trasposizione in film da parte di David Fincher nel 1999. Edward Norton e Brad Pitt interpretavano le due facce della stessa persona in un thriller grottesco (in realtà di genere indefinibile) che commistionava dramma psicologico, g-movie e commedia nera - non a caso nel cast c'era una Helena Bonham Carter più dark che mai. Lo stesso autore del romanzo è dietro al progetto del sequel, che si svilupperà intorno a dieci numeri a fumetti pubblicati da Dark Horse Comics e prenderà piede circa dieci anni dopo gli eventi del libro; pare che il protagonista ora sia addirittura sposato e con prole.

Finalmente la storia può continuare. Il finale del film (indimenticabile) aveva lasciato il pubblico con una particolare voglia di sapere come sarebbe continuata la vita del protagonista. Dark Horse ha pubblicato per anni in forma di fumetto prestigiosi sequel, tra i quali quelli di Buffy l'ammazzavampiri, Angel e Firefly/Serenity. Le illustrazioni di Fight Club 2 saranno a cura di Cameron Stewart. Palahniuk ha rivelato in un'intervista a USA Today che la storia non solo rivelerà l'evoluzione di Tyler Durden, ora sposato con Maria Singer e con un figlio di nove anni, ma che si si spingerà indietro nel tempo con vari flashback per esplorare le origini del personaggio.

L'idea dello scrittore nasce come una riflessione sulla mezza età: "A questo punto non si è ancora veramente felici, ma per ragioni diverse da quelle del romanzo originale. La parte più selvaggia dell'io è stata soppressa, soffocata; abbiamo forse perso la parte migliore di noi? Abbiamo perso il nostro Tyler Durden? Certo, ora la vita è più stabile e più sicura, ma siamo certi che sia una vita migliore?".

Molti dei personaggi dell'originale torneranno e i lettori scopriranno che il Progetto Mayhem, l'organizzazione "Fight Club" che tutti conosciamo, esiste ancora; solo non è più un luogo adatto per l'ormai attempato protagonista.

Ora non resta che fantasticare sulla possibilità che dal fumetto venga ricavato, nel prossimo futuro, un nuovo film, e ancora con gli stessi interpreti dello straordinario primo adattamento.

Tag: 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box