Abbonamento Annuale Completo al canale di informazione libera

Ritratto di Redazione
Autore Redazione :: 19 Marzo 2021

Sharon Stone dice di non essere stata avvertita che i suoi genitali sarebbero stati esposti nella famigerata scena dell'interrogatorio in "Basic Instinct"

Basic Instinct

Sharon Stone dice di non essere stata avvertita che i suoi genitali sarebbero stati esposti nella famigerata scena dell'interrogatorio in "Basic Instinct".

In un estratto dal suo prossimo libro di memorie, pubblicato su Vanity Fair, l'attrice vincitrice del Golden Globe ha parlato delle riprese del dramma erotico del 1992, dicendo che sebbene il film la rendesse una star, l'esperienza "terrificante" di interpretare il ruolo le ha dato "orribile incubi".

Stone ricorda di aver guardato la scena dell'interrogatorio per la prima volta. "Dopo aver girato Basic Instinct, sono stata chiamata per vederlo. Non da sola con il regista, come ci si aspetterebbe, vista la situazione che ci ha messo tutti in pausa, per così dire, ma in una stanza piena di agenti e avvocati, la maggior parte dei quali non aveva nulla a che fare con il progetto", ha scritto. 

"È così che ho visto la mia vagina ripresa per la prima volta, molto tempo dopo che mi era stato detto, 'Non possiamo vedere nulla - ho solo bisogno che tu ti tolga le mutandine, poiché il bianco riflette la luce, in modo che noi sappiamo che hai le mutandine".

Secondo Stone, "sono andata in cabina di proiezione, ho schiaffeggiato (il regista) Paul (Verhoeven) in faccia, me ne sono andata alla mia macchina e ho chiamato il mio avvocato, Marty Singer".

Mentre la star di 63 anni, che interpretava la sospetta di omicidio Catherine Tramell, riconosce che ci sono "molti punti di vista su questo argomento", afferma che, come "quello con la vagina... gli altri punti di vista sono degli emeriti stronzi".

Dopo essersi consultata con il suo avvocato, Stone ha detto, alla fine ha scelto di non procedere con un'ingiunzione sulla scena controversa, secondo l'estratto di Vanity Fair. "Perché? Perché era corretto per il film e per il personaggio; e perché, dopotutto, l'ho fatto io", ha scritto.

Verhoeven in precedenza aveva negato che Stone non acconsentisse a filmare i suoi genitali mentre accavallava e disincrociava le gambe.

"Sharon sta mentendo", ha detto a ICON nel 2017. "Qualsiasi attrice sa cosa vedrà se le chiedi di togliersi le mutande e puntare lì con la telecamera".
Un rappresentante di Verhoeven ha rifiutato di commentare la questione venerdì. Il libro di memorie di Stone descrive anche alcune delle molestie sessuali che ha dovuto affrontare durante la sua carriera - in particolare, quelle subite da un produttore che l'avrebbe costretta ad andare a letto con un co-protagonista maschio per migliorare la loro "chimica sullo schermo".
"Ho sentito che avrebbero potuto assumere un co-protagonista con talento, qualcuno che potesse recitare una scena e ricordare le sue battute".

Fonte: CNN

Categorie generali: 

Facebook Comments Box

Per condividere o scaricare questo video: TV Animalista