Ritratto di Silvia Ricciardi
Autore Silvia Ricciardi :: 15 Luglio 2015

Il presidente della Regione Nicola Zingaretti, insieme a Lucia Milazzotto, chiamata a dirigere MIA, e ad Andrea Occhipinti, presidente dei distributori Anica, parlano del bando e delle possibilità offerte dal Mercato Internazionale dell'Audiovisivo

MIA

La Regione Lazio sarà una delle protagoniste attive nel corso della Festa del Cinema di Roma che si terrà ad ottobre prossimo, in particolare un nuovo bando da ben dieci milioni di euro, finanziato con fondi provenienti dalle casse dell’Unione Europea, sarà attivo per attrarre produzioni cinematografiche internazionali e favorire le coproduzioni europee. Il suddetto bando sarà lanciato al MIA, il Mercato Internazionale dell'Audiovisivo, che si terrà precisamente dal 16 al 20 ottobre.

“Con MIA faremo un importante salto di qualità, troppo spesso in passato il sistema ha peccato di disarticolazione”, queste le parole del presidente della Regione Nicola Zingaretti nel corso della presentazione avvenuta venerdì scorso. Non solo ci sarà questo bando da dieci milioni di euro, ma aprirà i battenti anche un secondo bando, da due milioni di euro, finalizzato all’investimento sulle nuove tecnologie nei sistemi di produzione.

Lucia Milazzotto, che è stata in passato responsabile di New Cinema Network, il mercato di coproduzione del Festival di Roma, è stata chiamata a guidare MIA, le cui attività si terranno tra l’inedita location romana del complesso delle Terme di Diocleziano e il vicino Hotel Boscolo Exedra.

Questo il commento di Lucia Milazzotto: “MIA è una straordinaria operazione collettiva che convoglia eccezionali competenze per il raggiungimento di obiettivi ambiziosi, primo fra tutti l’internazionalizzazione dell’intera industria italiana dell’audiovisivo affinché possa tornare ad affermarsi a livello globale”.

Anche Andrea Occhipinti, presidente dei distributori dell'Anica, si è espresso con parole di incoraggiamento nei confronti dei progetti sostenuti da MIA, ecco un estratto tratto dal suo commento, che si incentra sul perché sia sta scelta Roma come città catalizzatrice per il Mercato: “Sarà uno spazio per pianificare, sviluppare e coprodurre, ma anche far conoscere e vendere ciò che abbiamo già prodotto. Per il mercato si è deciso di puntare su Roma perché Venezia, per una questione di date, è in competizione diretta con Toronto. Ma anche a Venezia, così come in altri festival, ci saranno eventi legati al MIA”.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box