Ritratto di Redazione
Autore Redazione :: 25 Giugno 2018
Locandina di Ocean’s Thirteen

L’ultimo episodio della fortunata trilogia Ocean’s è sinonimo di divertimento, intrattenimento e buone risate, esattamente ciò che ci si aspetta da un cast eccezionale, come quello che ritroviamo anche in questo film, e da George Clooney

Ocean’s 13 è un po’ un ritorno alle origini nel senso che l’azione torna ad essere ambientata all’interno delle sale da gioco di uno scintillante casinò di Las Vegas, ma ci sono anche alcune interessanti novità. Il gruppo di ladri di lusso questa volta si muove non semplicemente per portarsi a casa un ricchissimo bottino ma per sete di vendetta. Willy Bank, interpretato da un Al Pacino che è magnifica addizione alla già stellare famiglia Ocean’s, è un magnate di casinò e hotel, ma soprattutto un uomo senza scrupoli. Pronto a far nascere un nuovo casinò nella Sin City, truffa ed esclude dall’affare il caro Reuben Tishkoff (Elliot Gould), che per la delusione per poco non muore.

Chiaramente Ocean ed il suo fidato gruppo di amici non possono accettare un affronto del genere e decidono di rovinare la festa a Bank, che si accinge ad inaugurare la sua ultima creazione, il Bank Hotel e Casino, appunto.

Il piano è complicatissimo e si sviluppa su due azioni parallele: da un lato l’obiettivo è quello di sbancare il casinò, aggirando il sistema di sicurezza e truccando tutti i giochi in sala, dall’altro è quello di colpire Bank nell’orgoglio rovinando la sua fama di hotelier perfetto, impedendogli di conquistare ancora una volta il premio 5 Diamanti, un ambito riconoscimento del settore.

I dettagli logistici di tutta l’operazione sono tanto curati da sembrare credibili: niente viene lasciato al caso. Dai rulli delle slot machine reali, la cui versione più moderna e tecnologica è rappresentata dalle slot machine online che al giorno d’oggi appassionano i giocatori di tutto il mondo, ai tavoli del craps, dal blackjack alla ruota della roulette, tutto risponderà alla volontà della banda di Ocean che potrà così rimettere i conti in pari per l’amico Reuben. Non vi diciamo di più per lasciarvi godere del film fino in fondo, ma vi possiamo confermare che dopo il poco avvincente Ocean’s 12, in questo episodio ritroverete il dinamismo, il ritmo e le idee originali che avevano decretato il successo del primo film della serie.

Tra le perle del copione vi segnaliamo, la reazione dei protagonisti allo show di Oprah Winphrey, che mette in luce come anche dei delinquenti navigati possano nascondere un cuore tenero e facile alla commozione, ed un originale utilizzo del fotoritocco su alcune foto segnaletiche che rischiano di mandare all’aria il colpo.

Se proprio dobbiamo trovare qualche difetto al film possiamo dire che, nonostante le due ore di durata, si ha l’impressione che a buona parte degli attori sia stato riservato poco più che un cameo, un vero spreco considerando che oltre a Clooney, Pitt e Damon stiamo parlando di Bernie Mac, Casey Affleck, Andy Garcia, Ellen Birkin, Vincent Cassel, Eddie Jemison e Don Cheadle. Anche l’ambientazione nel casinò forse poteva essere sfruttata meglio, alla fine si rimane con l’impressione che l’azione avrebbe potuto indifferentemente svolgersi tra i tavoli da gioco e le slot machine come anche in un grande supermercato.

Nelle sale è già arrivato Ocean’s 8, uno dei sequel più attesi del 2018. Tuttavia, più che di un vero sequel è forse il caso di parlare di spin off, visto che Ocean’s 13 ha davvero poco o nulla a che vedere.

Voto della redazione: 

3

Facebook Comments Box