Ritratto di Rita Andreetti
Autore Rita Andreetti :: 29 Gennaio 2016

A tutti i fan del mitico maestro delle arti marziali Ip Man, interpretato da Donnie Yen: ecco ciò che non potete non sapere sulla saga del maestro di arti marziali di Hong Kong

Ip Man 3

Con Ip Man 3 attualmente nelle sale asiatiche e, nell’attesa che raggiunga anche le sale europee, ecco ciò che tutti gli aspiranti fan della saga che ha il volto di Donnie Yen, non possono non sapere.

Ip Man è realmente esistito
Si tratta di un leggendario maestro di arti marziali, Yip, nato nel 1893 nella città di Foshan: ha studiato lo stile Wing Chun sin dall’età di sette anni fino a diventare Grandmaster (e ogni riferimento a film usciti di recente e diretti da Wong Kar-wai, è voluto). Ha vissuto negli anni delle Guerre Sino-Giapponesi e della Guerra Civile Cinese, combattendo a fianco del Kuomintang. È poi rifugiato ad Hong Kong dove ha iniziato il suo percorso di diffusione del Wing Chun, in cui anche Bruce Lee è stato coinvolto. Quest’ultimo ha poi sviluppato la sua personale disciplina, la Jeet Kune Do.

I film della saga Ip Man sono tutti diretti da Wilson Yip e scritti da Edmond Wong, ma ovviamente altre sono state le produzioni che hanno preso spunto dalla vicenda del Maestro: oltre il sopra citato The Grandmaster, anche Ip Man: The Final Fight.

Il primo film della saga di Wilson Yip era ambientato durante l’invasione giapponese, mentre nel secondo il protagonista doveva fronteggiare la corruzione del sistema inglese nella Hong Kong degli anni Cinquanta. Il terzo film si sposta qualche anno avanti e vede l’eroe fronteggiare un avido proprietario terriero americano.

Mike Tyson e Bruce Lee come non li avete mai visti
Mike Tyson veste i panni del cattivo, un americano spietato che tenta di sottrarre la terra su cui ha sede la scuola di Ip. E cerca addirittura di parlare cantonese!

Per quanto riguarda Bruce Lee, no non si tratta di una miracolosa resurrezione, ma del volto di Danny Chan Kwok-kwan che si presta a raccontare finalmente dell’incontro tra Bruce Lee e il Maestro Yip. Il ragazzo barattò con Yip lezioni di Wing Chun con delle lezioni di Cha cha cha, la sua attività precedente le arti marziali. C’è anche una scena che rimanda al suo famosissimo mantra “sii come l’acqua”.

In realtà Bruce Lee come personaggio sarebbe dovuto comparire già dall’episodio del 2010, Ip Man 2, ma non si finalizzò l’accordo con chi detiene i diritti sull’immagine del defunto.

Che sia l’ultima puntata della saga?
Si vocifera che questo terzo episodio sarà anche l’ultimo della saga dell’eroe. Ma i numeri al botteghino lo sconsigliano fortemente: il film, che non ha ancora iniziato la sua distribuzione su territorio cinese e americano (per uno slittamento delle date precedentemente annunciate), ad oggi ha già incassato 22 milioni di dollari su un budget calcolato di 36 milioni.

[Leggi anche: Ecco il nuovo trailer di "Ip Man 3"]

Raymond Wong, produttore, si dice pronto al numero 4 (bella forza). Donnie Yen, invece, attende la sceneggiatura prima di darne conferma.

I fan, quelli, non ne hanno mai abbastanza. Siamo certi che nell'attesa non disdegneranno il trailer nella versione americana.

Ip Man 3 - Trailer per distribuzione americana

Categorie generali: 

Facebook Comments Box