Ritratto di Erika Favaro
Autore Erika Favaro :: 12 Marzo 2016

Dalla credibilità all'attendibilità, ecco le cinque qualità che ogni attore deve possedere per potersi distinguere

Seymour Hoffman

Su Quora, sito in cui è possibile pubblicare domande e risposte su ogni argomento, è comparso un quesito che sembra facile, ma che in realtà potrebbe avere sette miliardi di risposte diverse. “Come riconosci una buona recitazione da una cattiva?”. Non è facile risolverlo perché ovviamente si entra nel campo in cui il gusto personale si allea o combatte con la categoria – ancora più indefinibile – dell’obiettività.

Ecco cinque caratteristiche che secondo il giornalista Marcus Geduld ogni buon attore deve avere:

Credibilità
Può sembrare una banalità, ma un bravo attore mi fa credere che sta vivendo le esperienze del suo personaggio a tutti gli effetti. Non ci si riferisce solo al fisico, bensì anche alle sfumature psicologiche. Se si vede che una persona sta recitando, tutta la magia svanisce.

Sorpresa
Un attore è capace non solo se sa entrare nella parte, ma anche se riesce a sorprendere lo spettatore con reazioni e movimenti imprevisti. Pensate solo a quanti modi esistono di reagire se il fidanzato ci lascia: si può scoppiare in lacrime, ridere nervosamente, andarsene via o implorare. Il lavoro dell’attore consiste anche nel conoscere il più possibile il ventaglio di emozioni che un essere umano può provare.

Vulnerabilità
I grandi attori mostrano parti della loro interiorità (ma anche del loro fisico), che solitamente preferirebbero tenere per sé. Sono sempre nudi, scoperti, privi di protezione; mentre gli attori mediocri non accettano di mostrare lati oscuri o scomodi del loro corpo o della loro personalità.

[Leggi anche: 5 scene di film che sono state improvvisate dagli attori]

Capacità di ascolto
È estremamente interessante soffermarsi sui dettagli, sui volti degli attori mentre ascoltano un altro personaggio. Per raggiungere il grado massimo di empatia c’è bisogno di saper mettersi a disposizione dell’altro, di uscire dal proprio ego.

Adattabilità
L’attore dovrebbe essere come uno strumento ben levigato, la sua voce e il suo corpo devono mettersi a disposizione del personaggio che interpreta. Sa modellare i toni, mantenerli coerenti ed è infine vulnerabile ma non debole.

Tag: 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box