Abbonamento Annuale Completo al canale di informazione libera

Ritratto di Luca Ceccotti
Autore Luca Ceccotti :: 21 Dicembre 2016
Locandina di Oceania

Recensione di Oceania: il nuovo film d'animazione dai registi de La Sirenetta è un trionfo di musiche ed emozioni

Si chiama Vaiana (in originale Moana, qui cambiato per ovvi motivi), ha i capelli ricci, folti e aggrovigliati, non veste elegante e sogna di navigare per il mondo in libertà. Non che sia reclusa in una gabbia oscura e senza finestre, intendiamoci: la sua “prigione” è il villaggio di Motunui, una sorridente comunità insediatasi e cresciuta in una rigogliosa e solare Isola. Il padre è il capo villaggio, il che fa di lei una principessa, anche se è intuibile sin dall’inizio che il suo essere regale è più un fattore interiore che esterno. Non ci sono sfarzi né principi, niente corone o bon ton: conta sopravvivere con l’essenziale, quindi raccogliendo noci di cocco, pescando mai andando oltre il reef (la barriera corallina) e rimanendo reclusi all’interno dei confini dell’Isola. Un vita tranquilla ma decisamente stringente per Vaiana, che con occhi carichi di aspettative ed entusiasmo scruta l’orizzonte bramando il viaggio e la scoperta appoggiata anche dalla nonna paterna, la pazza del villaggio che racconta alla nipotina e agli altri bambini storie di creazione, semi-dei e di mostri fatti di lava.

Sì presenta così l’ultimo classico Disney, Oceania, nuovo cartoon diretto dai registi de La Sirenetta e Hercules che vuole continuare sulla strada già battuta dal precedente Frozen, intensificando gli sforzi per ribaltare definitivamente il paradigma della principessa in pericolo. Quella che vediamo è, infatti, una ragazza forte, decisa e capace di prendersi cura di sé stessa, già nata per essere guida e amica di un popolo felice e frugale. Le linee che definiscono il suo corpo non sono poi esili e perfette ma tondeggianti e piene, segno di una presa di coscienza importante dello studio che va a incontrare i desideri dei milioni di piccole fan già sparse in tutto il mondo: anche le principesse possono essere un po’ in carne. E Vaiana è, infatti, bellissima, sicura e pronta a prendere in mano le redini della propria vita e salvare l’Isola preda di un terribile male; il suo destino è il mare, risanare il cuore di un mondo sempre più preda di un’oscurità dilagante a causa di Maui, semi-dio mutaforma colpevole di aver sottratto il cuore della Madre Terra, Te Fiti. Il viaggio della protagonista sarà però lungo e pieno di pericoli, ma con il vento in poppa e un pizzico d’aiuto, Vaiana cercherà di risanare il danno di Maui e ritornare a casa.

Ancora un volta la Disney ce la fa: Oceania è un cartoon estremamente semplice eppure onesto e ricco d’azione e sentimento, praticamente il mix che ormai da anni fa brillare gli occhi di grandi e piccini. Si parla di legami, affetti, perdita e riconciliazione attraverso un’ora e mezza scandita dalle meravigliose canzoni scritte dal pluripremiato Lin-Manuel Miranda, Opetaia e Mark Mancina. C’è profondità, concezione e una forte ispirazione in ognuno dei brani che compongono la colonna sonora, dall’intensa We Know the Way alla simpatica You’re Welcome, cantata in originale da Dwayne Johnson. Non solo divertenti e belle da sentire e cantare, quindi, ma soprattutto importanti nell’economia del film, forti di un messaggio che viaggia veloce dallo schermo allo spettatore. Inutile dire che in lingua originale il film assume tutt’altro valore rispetto alla versione doppiata in italiano.

Anche l’animazione, in conclusione, è davvero impressionante. Ci sono scorci, luci e impostazioni che lasciano davvero senza fiato; difficilmente si troveranno foreste così verdeggianti e acque così limpide in altri film in CGI, segno questo di un impegno produttivo davvero incredibile e lodevole. Non è un regola scritta quella che prevede di superarsi ad ogni film, anno dopo anno, ma la Disney sta lentamente firmando questa pagina della storia del cinema d’animazione, producendo opere sempre migliori delle precedenti, trionfi di eccellenza che servono a mantenere vivida e luminosa l’immaginazione collettiva e risvegliare il bambino che è in noi, aiutando invece i piccoli a crescere tra musiche, emozioni e storie indimenticabili.

Trailer di Oceania

Voto della redazione: 

4

Tag: 

Facebook Comments Box

Per condividere o scaricare questo video: TV Animalista