Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 1 Agosto 2014

“Inherent Vice”, attesissima nuova pellicola di P. T. Anderson, è stata presentata in anteprima a pochi fortunatissimi spettatori. Al contrario di quanto ci si potesse aspettare, il film sarebbe una commedia con bizzarri tocchi di demenzialità

Joaquin Phoenix in Inherent Vice di P.T Anderson

Inherent Vice di Paul Thomas Anderson è senza ombra di dubbio uno dei film più attesi della prossima stagione, nonché il primo di una serie di film che Alberto Barbera si è lasciato sfuggire alla prossima Mostra del Cinema di Venezia. La pellicola avrà la sua anteprima mondiale al New York Film Festival, e uscirà nei cinema solamente a partire da Dicembre, eppure qualche fortunato spettatore è già riuscito a darle una prima occhiata, grazie alle solite proiezioni private che organizzano gli studios per testare le prime reazioni degli utenti. Stando alle prime opinioni, sarà un film molto diverso dai precedenti The Master e Il Petroliere; di più: Inherent Vice sarà una commedia con battute e scene sull'orlo del demenziale. 

“È matto! Un film molto molto bizzarro. Mi ha fatto ridere moltissime volte, ma non nel modo in cui potresti aspettarti. L'umorismo non è in stile Boogie Nights, come magari molto credono. In verità richiama più le gag dei fratelli Zucker, ovviamente mischiato alle altre sensibilità dell'autore” - dichiara uno spettatore. I fratelli Zucker? Quelli di Una pallottola spuntata e L'aereo più pazzo del mondo? Una cosa che di sicuro non ci saremmo mai mai mai aspettati da un autore come Anderson, e che non fa altro che alimentare le nostre già altissime aspettative. Altri, poi, hanno paragonato l'opera a Il grande Lebowski dei Coen, elogiando particolarmente la performance di Josh Brolin, a quanto pare assoluto mattatore del delirio. Apprezzamenti sono poi arrivati anche verso l'attore protagonista Joaquin Phoenix, già dato come possibilissimo candidato ai prossimi Oscar. Tutti gli altri nomi coinvolti invece, come Reese Witherspoon, Jena Malone e Owen Wilson, sarebbero null'altro che camei estesi, e solamente Benicio Del Toro avrebbe qualche minuto di apparizione in più. 

Per quanto riguarda le musiche, gli utenti hanno sottolineato come i toni utilizzati richiamino irrimediabilmente i Radiohead; una cosa normale, essendoci ancora una volta Johnny Greenwood (il chitarrista della celebre band capitanata da Thom Yorke) come compositore. Tratto da un'opera di Thomas Pynchon, il film parlerà di un detective alla ricerca di un'ex fidanzata scomparsa nel nulla. L'uscita italiana è prevista il 19 Febbraio 2015. 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box