Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 4 Settembre 2015

L'Hamptons International Film Festival, presieduta da Alec Baldwin, presenta una nuova sezione interamente dedicata ai diritti degli animali, la quale si propone di sensibilizzare gli spettatori

Virunga

E anche gli eventi cinematografici iniziano ad occuparsi dei diritti degli animali. A dare il via alla causa, l'Hamptons International Film Festival, negli Stati Uniti, che ha ufficialmente annunciato la nuova sezione Compassione, giustizia e diritti degli animali per la sua prossima edizione che si svolgerà dall'8 al 12 ottobre. Obiettivo della manifestazione è quello di dare uno spazio ai cineasti che vogliano condividere racconti, ispirazioni e informazioni che possano servire a creare un mondo più sicuro e confortevole per le altre specie che abitano il pianeta.

Dichiara Zelda Penzel, che ha contribuito alla creazione del nuovo contenitore: “I film ad alta qualità scelti dagli organizzatori non solo incoraggeranno le discussioni su come vediamo e trattiamo gli animali, ma aiuteranno anche gli spettatori a fare delle scelte più compassionevoli nella loro vita di tutti i giorni. Credo fortemente che queste pellicole abbiano la potenzialità per cambiare le menti e i cuori”.

Nonostante sia solo il primo anno che il Festival di Hamptons dedica un'intera sezione al genere, nelle ultime edizioni ha comunque sempre avuto una particolare attenzione riguardo le opere inerenti la delicata tematica, e pensiamo a Virunga di Orlando von Einsiedel, pluripremiato documentario che ha raccontato le gesta di alcuni individui che hanno rischiato la propria vita per salvare gli ultimi gorilla di montagna durante la guerra civile nel Congo. 

[Leggi anche: Il ritorno degli squali assassini in "In the Deep" di Louis Leterrier]

Tra i film selezionati quest'anno, figura invece The Champions, documentario che avrà per protagonista il giocatore di Football Michael Vick, noto per aver salvato dei pit bull da alcune losche gare clandestine. 
Oltre a questa nuova sezione, alcuni dei film più attesi della stagione approderanno al Festival. Il programma non è ancora stato annunciato, ma basti pensare che l'anno scorso, ad esempio, c'erano pellicole come Foxcatcher di Bennett Miller, Wild di Jean-Marc Vallée, The Homesman di Tommy Lee Jones, Still Alice di Richard Glatzer & Wash Westmoreland, Birdman di Alejandro G. Inarritu, The Imitation Game di Morten Tyldum e Sils Maria di Olivier Assayas.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box