Ritratto di Marco Rovaris
Autore Marco Rovaris :: 31 Ottobre 2014

Quante sequenze ci sono nella nostra memoria di ragazze in fuga, inseguite da un killer mascherato e armato, che cadono inciampando nella prima macchia di olio o sangue? Questo è l'horror con i suoi stereotipi! Ecco un video divertente a riguardo

Slashers

Quanti stereotipi si possono contare nei film horror? Gli esperti ne sanno qualcosa, ma, del resto, è proprio questo che piace agli affezionati: se non ci fossero degli stilemi tipici il genere horror o slasher non sarebbe così gradito. Pregustare quello che succederà fa parte del gioco e della dinamica dello spavento. Un po' come per le storie poliziesche seriali, per lo slasher c'è una sorta di pianificazione dell'intreccio che lo spettatore si aspetta. Tutti sanno che Sherlock Holmes risolverà il caso, anche se si tratta di qualcosa di apparentemente soprannaturale, come il romanzo Il mastino dei Baskerville. Così tutti i fan dell'horror - che non a caso presenta moltissime saghe - sanno che è meglio non stare da soli, non fare sesso e così via, ma si aspettano che qualcuno lo farà sicuramente.

Del resto Wes Craven, con l'intelligente saga di Scream, ha già compiuto un lavoro di metacinema di questo tipo, proprio volto a rivoltare il genere dall'interno e a scoprire le carte in tavola; questo non gli ha impedito di creare una serie di enorme successo. Il che significa che l'horror sarà anche un genere minore, ma il suo effetto sulla massa è assicurato. Anche se gli stereotipi sono rivelati e palesati, se una sequenza è fatta bene non c'è ragione che tenga, il pubblico si spaventa.

[Leggi anche: Le 10 scene e situazioni più prevedibili e idiote nei film horror]

Il supercut qui mostrato raccoglie una rocambolesca serie di capitomboli di ragazze in film horror e slasher. Chi non ricorda almeno una scena di inseguimento dove il killer guadagna pericolosamente metri quando la ragazza in fuga inciampa da sola o su una macchia di sangue o in qualsiasi oggetto a terra? Un classico inevitabile. Del resto un genio come George Miller ha detto che le "chase scenes" sono il pane del cinema, senza inseguimenti la macchina cinematografica non esisterebbe; e lui l'ha dimostrato pienamente con la saga Mad Max.

Godetevi lo spettacolo!

[Ti può interessare: Ciak si trema. Guida al cinema horror]

Stereotipi di film horror: Ragazze che cadono

Categorie generali: 

Facebook Comments Box