Ritratto di Marco Rovaris
Autore Marco Rovaris :: 8 Aprile 2014

La prima luce e Zio Gaetano è morto sono le produzioni che avranno il finanziamento di Apulia, per un totale di quasi 240.000 euro. 11.500 a disposizione anche del progetto documentario 24 Barrato

Ecco i verdetti della riunione dei vertici di Apulia Film Commission di giovedì 27 marzo: stanziati finanziamenti per due lungometraggi - La prima luce e Zio Gaetano è morto - e per il documentario 24 Barrato. Le due produzioni più impegnative ottengono, rispettivamente, le seguenti somme da Apulia National & International Film Fund: rispettivamente 149.278 euro per un impatto sul territorio di 597.113 euro e 88.591,25 euro per un conseguente impatto di 354.365. 

La prima luce, prodotto da Paco Cinematografica, sarà diretto da Vincenzo Marra e vede Riccardo Scamarcio coinvolto in una storia diffcile sulla paternità. Il secondo lungometraggio è invece di casa Combo Produzioni e racconta la storia di un giocatore di poker alla ricerca del colpo di fortuna; regia di Antonio Manzini, con Libero De Rienzo e Pietro Sermonti.

Il documentario è invece legato al progetto promosso da Apulia Regional Film Fund, dedicato alle produzioni regionali della Puglia; racconta della linea d'autobus che collega Foggia a Borgo Mezzanone, località in provincia di Manfredonia, famosa per la notevole presenza di migranti. Regia di Luciano Torriello per la Seminal Film di Alessandro Piva.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box