Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 5 Luglio 2015

Seguendo le orme di Sasha Grey, anche la diva del porno Maria Ozawa si appresta a tuffarsi nel cinema mainstream. Dopo varie particine minuscole, la vedremo infatti come protagonista principale dell'horror filippino "Nilalang"

Maria Ozawa

Dopo Sasha Grey, un'altra diva del porno tenta ora di tuffarsi nel cinema mainstream. Trattasi della giapponese Maria Ozawa, che con la sua bellezza è diventata, nel corso degli anni, una delle attrici hard più note e amate del panorama internazionale. Ebbene, la donna si trova attualmente in trasferta nelle Filippine per girare l'horror Nilalang, nuova pellicola di Pedring Lopez e già selezionata per concorrere all'evento cinematografico più importante del paese, il Metro Manila Film Festival di Dicembre. Al centro dell'opera, dei poliziotti corrotti e il loro legame con lo yakuza, il tutto deviato in salsa orrorifica tra sangue e creature mostruose. Accanto alla Ozawa ci sarà il bad boy del cinema filippino, ovvero Robin Padilla.

Non è certamente la prima volta che la Ozawa partecipa a pellicole commerciali, e pensiamo al taiwanese Invitation Only di Kevin Ko o all'indonesiano Kidnapping Miyabi di Findo Purwono, dove però ricopriva solamente dei ruoli a dir poco minuscoli. In Nilalang, invece, sarà proprio la protagonista e la primadonna. Per prepararsi, la donna ha dunque rivelato di avere in programma delle lezioni di recitazione, così come di Tagalog, la lingua filippina. “Sono eccitata ma anche nervosa – ha rivelato in una recente intervista a GMA Network  - perché (Robin Padilla) è un grande professionista. Farò del mio meglio per riuscire a stargli dietro”. 

[Leggi anche: Sasha Grey alla conquista di Hollywood: speranze e progetti futuri]

La riprese del film inizieranno solamente in agosto, ma Maria ha già dichiarato il suo amore per le Filippine: “Amo tutto. Il cibo, la gente. È così diverso dal Giappone, sono tutti sorridenti e carini e amabili. Amo anche il clima, dato che in Giappone fa più fresco”. Prosegue: “Quando sono arrivato a Manila, ero struccata ma la gente mi riconosceva. Ero così felice e sorpresa, perché, come hanno fatto a riconoscermi? Anche nei social, c'erano circa un miliardo di persone che mi seguivano”.  

Non rimane dunque che attendere dicembre per vedere come se la cavi la Ozawa in questa sua nuova incursione. Di certo, data la sua presenza, è probabile che la pellicola riesca ad essere venduta più facilmente al mercato estero. 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box