Ritratto di Erika Favaro
Autore Erika Favaro :: 26 Febbraio 2016

L'attrice di "Precious" interviene nel dibattito #OscarsSoWhite ed invita a non perdere di vista i problemi reali

Mo'Nique

Mo’Nique, l’attrice afroamericana che in molti ricordano per il suo ruolo di snaturata di madre in Precious – film che le fece vincere l’Oscar come Miglior Attrice Non Protagonista – ha deciso di dire la sua opinione riguardo il dibattito sorto attorno all’hashtag #OscarsSoWhite.

Qualche settimana fa infatti diversi artisti, tra cui Spike Lee, hanno accusato l’Academy di razzismo per aver nominato esclusivamente attori di etnia bianca escludendo qualsiasi altra “minoranza”. Secondo l’attrice però si tratta di uno specchietto per le allodole, di un dibattito che non fa altro che distogliere l’attenzione da questioni ben più gravi.

“L’attenzione non dovrebbe essere posta sul premio – ha dichiarato Mo’Nique – bensì sui compensi e sui salari sproporzionati” e purtroppo il problema non è solo di matrice etnica, ma anche sessuale. L’attrice infatti ha ricordato che se già normalmente le attrici sono pagate molto meno rispetto alle loro controparti maschili, le donne afroamericane o appartenenti a qualche altra etnia, sono condannate ad un’ulteriore ingiustizia.

La questione non è nuova, diverse attrici bianche – tra cui Jennifer Lawrence e Patrice Arquette –  in passato hanno denunciato di essere state sottoposte ad un trattamento economico ben diverso rispetto a quello dei loro colleghi. 

Concentrarsi su un premio secondo l’attrice di Precious è fuorviante, mentre quello di cui Hollywood ha bisogno è di un confronto aperto e reale: “Perché esiste questa differenza di salario? Se c’è un film in uscita e il cast è interamente afroamericano, perché deve sempre trattarsi di un film a basso budget? A volte ricevo offerte che sono inferiori a quelle che ricevevo undici anni fa, molto prima di ricevere l’Oscar”.

[Leggi anche: Le madri snaturate del cinema: da "Psyco" a "Precious"]

L’attrice ha anche fatto l’esempio concreto di Precious: il film in cui si raccontava la tragica storia di una ragazzina nella Harlem disagiata degli anni Ottanta fu un grande successo a livello di pubblico nonostante la durezza del racconto, ma nemmeno l’ambita statuetta ha permesso a Mo’Nique di ricevere un salario che lei reputi adeguato, destino toccato anche alla bravissima protagonista Gabourey Sidibe.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box