Ritratto di Redazione
Autore Redazione :: 11 Gennaio 2016

Si è spento all’età di 69 anni David Bowie. Per il mondo musicale e cinematografico una dolorosa perdita insostituibile

David Bowie in Miriam si sveglia a mezzanotte

Ieri 10 gennaio, dopo aver lottato con un cancro, è morto all’età di 69 anni David Bowie. La comunicazione ufficiale dalla sua pagina Facebook ci dice solamente che il grande artista è morto in pace sostenuto dalla sua famiglia dopo una coraggiosa battaglia con il cancro durata 18 mesi. Inoltre nella stessa comunicazione si chiede a tutti gli utenti di Facebook il rispetto della privacy famigliare.

Anche il figlio regista Duncan Jones - il vero nome di Bowie era David Robert Jones - ha avuto la forza di lanciare un tweet, per confermare la notizia e il suo dolore, forse preoccupato che magari qualcuno credesse a una bufala.

Nonostante le molte voci sulle sue recenti difficoltà di salute, Bowie aveva continuato a lavorare realizzando anche il nuovo album Blackstar

Nato nel 1947 a sud di Londra, Brixton, la sua carriera musicale è davvero una leggenda, a partire dagli anni settanta., e presto diventò il mitico Duca Bianco del rock, ma con un'indefinibile capacità di contaminare molti generi diversi, dal glam rock al soul.

Qui ci interessa la sua notevole intensità come attore. Proprio nel 1976 era protagonista nell’indimencabile cult di Nicolas Roeg L’uomo caduto sulla terra. Negli anni ottanta ricordiamo il formidabile horror Miriam si sveglia a mezzanotte (1983) di Tony Scott, un film che probabilmente cambiò per sempre le coordinate del fantasy horror, grazie alla stralunata presenza di Bowie.

Sempre dell’’83 era Furyo  di Nagisa Oshima e poi Absolute beginners (1986) di Julian Temple, musical che piano piano ha acquisito lo stato di cult nonostante quando uscì, lo ricordiamo benissimo, fu abbastanza stroncato. Sempre nel 1986 esce Labyrinth di Jim Henson, per il quale Bowie compose la colonna musicale. Nel 1996 interpreta Andy Warhol in Basquiat di Julian Schnabel.

Ti può interessare anche: David Bowie is

Bowie partecipò poi sporadicamente come attore, passando per diversi camei e insolite apparizioni come perfino quella di Il mio West di Giovanni Veronesi nel 1998. Tra le altre anche Twin Peaks: Fuoco cammina con me (1992) di David Lynch, Zoolander  (2001) di Ben Stiller e The Prestige (2006) di Cristopher Nolan. Le sue musiche compaiono in centinaia di opere cinematografiche e televisive, tra le ultime The Martian di Ridley Scott.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box