Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 16 Luglio 2014

È uscito il trailer di 20,000 Days on Earth, insolito documentario sul grande Nick Cave. Diretto da Iain Forsyth e Jane Pollard, l'opera mescola realtà e immaginazione, verità e finzione, fondendoli in un'unica visione rock and roll

Nick Cave nel documentario 20,000 Days on Earth

20,000 Days on Earth di Iain Forsyth e Jane Pollard non è un semplice documentario su Nick Cave. Sarebbe stato fin troppo facile girare una cosa biografica e tradizionale sul celebre rocker australiano, meno è inserirci frammenti di puro fiction, cercando di equilibrare ciò che è vero e ciò che è immaginario: un'impresa, per le vite di complicati artisti. “Nick non avrebbe mai accettato un normale documentario rock – rivela Forsyth sul New York Times – quindi abbiamo deciso di andare in una direzione che mescoli la realtà con la fantasia il più fluidamente possibile, che se ci pensi, non è poi così diverso dal compromesso tra una rockstar e i suoi fan. La gente vuole disperatamente entrare nei mondi che Nick crea con le sue canzoni”. 

Ecco dunque che il docu-drama pedina Nick Cave nel corso di 24 ore. Lo vediamo non solo assieme ad amici come Ray Winstone e Kylie Minogue, ma anche in piena fase di creazione, di scrittura melodica, in studio così come sul palco. Un assoluto mescolamento di live reportage e messa in scena, dove a sequenze meticolosamente costruite e recitate si alternano momenti ripresi senza filtri dalla quotidianità più naturale e istintiva. Scrive Variety: “Un innovativo e intenso studio del pioniere poeta del rock Nick Cave, 20,000 Days on Earth si traveste giocosamente da finzione e contemporaneamente adempie ai requisiti di un documentario biografico”. Lodi anche dall'Hollywood Reporter: “Ciò che distingue 20,000 Days on Earth è che fornisce un quadro generale di un uomo e la sua arte mentre crea l'illusione che tutto sia avvenuto in maniera organica, frutto di meditazione poetica, incontri casuali, visite fantasmatiche e buona e vecchia psicoanalisi freudiana”. 

Presentata allo scorso Festival di Berlino, la pellicola è attualmente programmata limitatamente in qualche sala statunitense, in attesa di una distribuzione più ampia. All'ultimo Sundance ha già vinto due premi (Miglior Regia e Montaggio Documentari) e la cosa non pare finire qui. 20,000 Days on Earth, allora, è l'ennesima vittoria di un artista poliedrico come Nick Cave, il cui carisma decadente ci ipnotizza da decenni. Ricordiamo poi che il celebre musicista ha sempre flirtato col mondo del cinema: nell'87, assiema ai Bad Seeds, regala una comparsata a Wim Wenders per Il cielo sopra Berlino; l'anno dopo, oltre a recitare in Ghosts... Of The Civil Dead di John Hillcoat, ne scrive anche la sceneggiatura e la colonna sonora. Parlando degli anni più recenti, nel 2012 è nuovamente con Hillcoat, a cui consegna lo script di Lawless

Aspettando di vederlo anche in Italia, ecco il trailer di 20,000 Days on Earth:

Categorie generali: 

Facebook Comments Box