Ritratto di Marco Rovaris
Autore Marco Rovaris :: 3 Ottobre 2014

Il docu-film nonché lungometraggio di debutto del giovane Nicola Campiotti uscirà nelle sale il 20 novembre grazie a Distribuzione Indipendente. "Sarà un Paese" è andato in anteprima al Giffoni Film festival e ha ricevuto un premio dall'Unicef

Sarà un Paese

Distribuzione Indipendente porta al cinema il 20 novembre 2014 Sarà un Paese, docu-film di Nicola Campiotti, giovane filmmaker al debutto con il lungometraggio. L'anteprima dell'opera è avvenuta nella speciale cornice del Giffoni Film Festival 2014, nella nuova sezione GEx Doc, che accoglie una selezione dei migliori documentari provenienti da tutto il mondo. Al confine tra documentario e finzione, Sarà un Paese esplora e racconta l’Italia di oggi attraverso lo sguardo curioso e indagatore di un bambino, alle prese con un Paese saturo di contraddizioni e difficoltà ma anche colmo di speranze e propositi per un futuro migliore.

Sulle tracce dell’eroe fenicio Cadmo, cui il mito attribuisce l’introduzione in Grecia dell’alfabeto, Nicola, trentenne incerto sul futuro, e il fratello Elia, dieci anni, intraprendono un viaggio in Italia alla ricerca di un nuovo linguaggio, per ridare alle cose il loro giusto nome e restituire un senso alle parole. In questo peregrinare, fatto di volti e luoghi, realtà dolorose e memorie storiche, la strada diventa percorso di formazione e insieme di esplorazione immaginaria. Al confine tra documentario e finzione, il film racconta le speranze del Paese che sarà.

Un percorso di formazione che parte dal Mito, attraversa la Realtà, e sfocia nell’Immaginazione: «Abbiamo viaggiato per metterci in ascolto – spiega il regista Nicola Campiotti – per realizzare un piccolo film che potesse parlare direttamente ai bambini e ai ragazzi delle scuole, come punto di partenza per una prima esplorazione e riflessione sulla realtà. Proprio per questo, i tanti incontri che si susseguono durante il film, si intrecciano con visioni oniriche e astratte, come se la nuda realtà, per essere consapevolmente accolta da un bambino, non possa fare a meno di fondersi con il Mito, che è gioco, memoria, origine».

Il diritto al lavoro, l’amore per la terra, il paesaggio e l’ambiente che ci ospita, il diritto di cittadinanza, il senso del limite, il valore del coraggio e il rispetto delle regole, l’apertura alla conoscenza e all’incontro di culture e credenze diverse, la Costituzione della Repubblica, gli esempi di Buon Governo… Questi alcuni dei temi narrati con grande delicatezza e sensibilità da Nicola Campiotti, nonché principali tappe del cammino che il piccolo protagonista, Elia, si troverà ad affrontare.

Sarà un Paese è riconosciuto Film di Interesse Culturale nazionale dal MiBAC ed è sostenuto dall’UNICEF Italia, che lo ha scelto per celebrare la Giornata dedicata al 25° Anniversario della Convenzione sui diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, approvata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 20 novembre 1989. Per la prima romana del film, che si terrà proprio in data 20 novembre, è prevista una serata-evento in collaborazione con l’UNICEF. Il film, inoltre, rientra nelle proposte AGIS SCUOLA per l’anno 2014-2015, ed è stato inserito da LIBERA. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie nel concorso nazionale “Regoliamoci!”, giunto alla nona edizione e realizzato in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box