Ritratto di Simona Carradori
Autore Simona Carradori :: 1 Dicembre 2016

Variety ha selezionato alcuni registi degni di nota, ripetendo una tradizione decennale di scoperta di grandi talenti cinematografici del calibro di Christopher Nolan, Wes Anderson, Alfonso Cuaron, Alejandro González Iñárritu, e Taika Waititi

Scena di Toni Erdmann

Il noto magazine Variety ha selezionato alcuni registi degni di nota, ripetendo una tradizione decennale di scoperta di grandi talenti cinematografici del calibro di Christopher Nolan, Wes Anderson, Alfonso Cuaron, Alejandro González Iñárritu, e Taika Waititi, notati dalla rivista prima che fossero grandi nomi.

La lista di quest'anno raggruppa cineasti da tutti i settori dell'industria: domestica e internazionale, di narrativa e documentale, dei generi più vari, dall'horror al drammatico.

Si passa dalla voce indipendente di Barry Jenkins (Moonlight) al regista indiano Ritesh Batra (The Sense of an Ending). Ciò che tutti e 10 (o meglio 11 essendoci un paio di fratelli) registi hanno in comune ê una visione chiara, una voce distinta, e un incredibile potenziale di rivoluzionare il mondo della regia.

Ecco la lista stilata da Variety:

Maren Ade (Toni Erdmann)

Ritesh Batra (The Sense of an Ending)

Otto Bell (The Eagle Huntress)

Julia Ducournau (Raw)

Geremy Jasper (Patti Cake$)

Barry Jenkins (Moonlight)

Emmett & Brendan Malloy (The Tribes of Palos Verdes)

Kleber Mendonça Filho (Aquarius)

William Oldroyd (Lady Macbeth)

David Sandberg (Lights Out)

Categorie generali: 

Facebook Comments Box