Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 8 Gennaio 2015

Il 17 Gennaio andrà finalmente in onda negli States il biopic dedicato a Whitney Houston, celebre cantante scomparsa nel 2012 e ora interpretata da Yaya DaCosta. Dirige l'operazione Angela Bassett, guidata in questo progetto dai segni del destino

Yaya DaCosta nel ruolo di Whitney Houston

Il debutto alla regia di Angela Bassett andrà finalmente in onda sul canale statunitense Lifetime il 17 Gennaio. Trattasi di Whitney, biopic della celebre cantante Whitney Houston, scomparsa l'11 Febbraio del 2012. Ovviamente la curiosità di vedere l'opera è tanta, non solo perché siamo tutti fan della voce di eterni brani come I Will Always Love You o The Greatest Love Of All, ma anche per vedere se la Bassett sia tanto brava nella regia almeno quanto lo è nella recitazione.

Avvia la prova gratuita su MUBI

La storia narra che il produttore Larry Sanitsky fosse a pranzo con la Bassett, parlandole proprio del progetto sulla Houston. Allora, l'uomo chiese consiglio all'attrice su chi potesse dirigere l'operazione, quando lei, sorprendentemente, rispose: “Perché non me?”. Eppure, subito dopo, non avendo praticamente esperienze dietro la macchina da presa, la donna è inevitabilmente entrata in agitazione, per poi essere calmata da quello che parrebbe un segno del destino: “È passato un grosso camion con su scritto le lettere W e H – ha rivelato la Bassett proprio su Lifetime – Ed erano viola, il suo colore preferito, e una sua canzone stava suonando. Io ero sulla via per l'ufficio di produzione, e mi sono detta 'Ragazza, ok!'”.

Shem Bitterman ha scritto la sceneggiatura, mentre a interpretare l'iconica cantante è Yaya DaCosta, attrice pressoché sconosciuta qui da noi, ma evidentemente scelta per la sua somiglianza con la Houston. Nel ruolo di Bobby Brown, marito della diva, ci sarà invece Arlen Escarpeta.

[Leggi anche: Al via le riprese di "Il Papa della gente", biopic su Bergoglio a firma di Daniele Luchetti]

“Amavo Whitney – ha spiegato la Bassett su Variety – E sapete, molto è stato detto, c'è stata una meticolosa ricerca. Non so se conosco abbastanza per raccontare le sue vicende nella maniera giusta, ma posso raccontare la storia di qualcuno che era essenzialmente una bella artista e una donna adorabile”. Prosegue: “Il suo spirito era con me, e sapevo di poterlo fare, che sarebbe andato tutto bene, che lei stava sorridendo da lassù”. Insomma, speriamo proprio che il film abbia abbastanza successo da convincere qualche emittente italiana a trasmetterlo anche qui da noi.

In attesa, possiamo comunque goderci il bel trailer:

Categorie generali: 

Facebook Comments Box