Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 25 Giugno 2014

L'australiano Phillip Noyce (Salt, La Generazione rubata) adatta il romanzo capolavoro di Philip Roth, Pastorale Americana. Dopo 11 anni di attesa, il regista ha finalmente trovato il suo protagonista principale: Ewan McGregor

Ewan McGregor sarà il protagonista di Pastorale Americana di Phillip Noyce, tratto dal romanzo di Philip Roth

Ewan McGregor sarà il protagonista di American Pastoral, nuovo progetto di Phillip Noyce, che sognava di adattare il celebre romanzo di Philip Roth da almeno undici anni. Il registra australiano ha dichiarato di essere rimasto bloccato proprio per la mancanza di un valido attore protagonista, ma ora, con McGregor a bordo, la produzione dovrebbe prendere finalmente il via l'anno prossimo. Pubblicato nel 1997, Pastorale americana racconta la storia di Seymour Levov a partire dagli anni '20 fino ad arrivare ai giorni nostri. Sullo sfondo, un complicato rapporto famigliare, oltre a vicende politiche come la guerra del Vietnam e le lotte razziali. Un romanzo particolarmente denso e complesso che ricopre decenni di storia, che lo sceneggiatore John Romano (Come un uragano, Prima ti sposo poi ti rovino) ha il duro compito di sintetizzare in una pellicola cinematografica. Una grande sfida per Noyce, che nel corso della sua carriera ha attraversato i generi più disparati, dall'action tamarro Salt (2010) al thriller Il collezionista di ossa (1999), senza dimenticarsi l'escursione etnica de La generazione rubata (2002), che ha regalato all'autore diversi premi festivalieri intorno al mondo. 

In attesa, Phillip Noyce sarà presto nelle nostre sale con l'action fantascientifico The Giver – Il mondo di Jonas, con un cast formato da due grandi nomi come Meryl Streep e Jeff Bridges, oltre a Brenton Thwaites, Katie Holmes e Taylor Swift. Il regista ha inoltre diretto il pilota della nuova serie tv Crisis, attualmente in onda sul canale statunitense NBC. Anche Ewan McGregor sarà presto sui nostri schermi, avendo ricoperto un piccolissimo ruolo in Un milione di modi per morire nel West, commedia western di Seth MacFarlane che vede, tra gli interpreti, una galleria di divi come Charlize Theron, Liam Neeson e Amanda Seyfried. Ma questo è solo uno dei tanti film dell'attore, che continua la sua ascesa fra le produzioni più disparate. Oltre all'attesissimo Jane got a gun, diretto da Gavin O'Connor con Natalie Portman, McGregor sarà anche in Born to be king di Peter Capaldi, Son of a Gun di Julius Avery, Last Days in the Desert di Rodrigo Garcìa, Mortdecai di David Koepp e Our Kind of Traitor di Susanna White. Insomma, dove diavolo lo trova il tempo per mangiare e dormire? Stima. 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box