Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 27 Febbraio 2015

Álex de la Iglesia, autore di "Ballata dell'odio e dell'amore", ha iniziato a girare il suo nuovo film, "Mi gran noche", commedia bizzarra ambientata nel mondo dello spettacolo, visto dal regista come un "circo abitato da mostri e clown"

Álex de la Iglesia

È decisamente uno degli autori più bizzarri, weird, stilosi e geniali del panorama. Stiamo parlando di Álex de la Iglesia, l'uomo dietro alcune delle visioni spagnole più cool e suggestive degli ultimi due decenni, da Il giorno della bestia a La comunidad, passando per Las brujas de Zugarramurdi e il trionfo veneziano di Ballata dell'odio e dell'amore, incoronato da Quentin Tarantino con il Leone d'argento alla Miglior Regia. Ora il cineasta ha finalmente iniziato le riprese del suo nuovo progetto, Mi gran noche, nuova commedia strampalata che dovrebbe vedere la luce entro la fine dell'anno.

Avvia la prova gratuita su MUBI

Si tratterà di un film corale, il quale riunirà alcuni volti ormai noti nel cinema di de la Iglesia, tra cui Carolina Bang, Hugo Silva e Mario Casas, a cui si affiancheranno altri interpreti provenienti invece dal mondo di Pedro Almodóvar, come Carmen Machi e Blanca Suárez. Interessante è poi anche la partecipazione del noto cantante spagnolo Raphael, che non appariva sul grande schermo dal 1973, anno di Volveré a nacer di Javier Aguirre.

Tutti questi personaggi saranno inseriti in un nervoso mondo dello spettacolo, tra storie incrociate fatte di confusione, delirio, e casino, con la pellicola che avrà il suo culmine in uno studio televisivo per la registrazione di uno speciale estivo in stile Buona Domenica. Per ora non ci è concesso sapere altro, ma de la Iglesia garantisce e promette gran divertimento, svelando che il film sarà lo specchio di una realtà deformata ma comunque riconoscibile. Secondo quanto riportato dal portale Cineuropa, Mi gran noche conterrà poi “un turbine di veloci dialoghi in sequenze che sembrano degli agitati numeri musicali”.

[Leggi anche: Trailer: Shrew's Nest, horror nero prodotto da Alex de la Iglesia]

Prosegue il regista: “La cinepresa non rimarrà ferma, ma si muoverà attorno come fosse uno dei personaggi, cercando di catturare quella sensazione di trovarsi in una giostra assurda. Un parco giochi abitato da crudeli mostri e clown. Un enorme rituale dionisiaco in cui gli spettatori capiranno di far parte anch'essi della pantomima”. Insomma, sembrerebbe proprio di trovarci davanti a qualcosa di estremamente eccitante. Che possa, miracolosamente, essere pronto già per la Mostra veneziana di quest'anno? Incrociamo le dita.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box