Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 17 Novembre 2015

"Prometheus 2" di Ridley Scott continua a cambiare nome: dopo "Alien: Paradise Lost", infatti, ora la produzione opta per un meno miltoniano "Alien: Covenant". Confermato nel cast il talentuoso Michael Fassbender

Prometheus

Quando si parla di Prometheus, non c'è veramente nessuno che appare più confuso del suo regista stesso, Ridley Scott. Il film originale del 2012 era stato spacciato come prequel di Alien, ma gli spettatori sono rimasti abbastanza delusi dal fatto che i riferimenti alla saga iniziata nel 1979 fossero veramente ridottissimi all'osso. E allora giù di contraddizioni: “No, Prometheus è un universo tutto suo”, “Sì però richiamerà Alien”, “Ma no, è un mondo a parte” e così via.

La cosa si sta decisamente ripetendo anche per l'annunciato sequel, Prometheus 2, il quale dovrebbe arrivare nelle sale a partire dall'autunno del 2017. Prima Scott ha annunciato che il film vivrà di vita propria, e poi, via con le solite promesse: non solo il film svelerà i creatori dei famigerati alieni, ma si ricollegherà direttamente all'eroina della saga, la Ripley di Sigourney Weaver. Poi l'autore ci ripensa, e rivela che tutte queste cose in verità non le vedremo in questo sequel, bensì forse solo in Prometheus 3 o 4, sempre che arrivi. 

Insomma, la chiarezza è evaporata, e il cineasta non pare fermarsi: poche settimane fa, l'annuncio che il titolo ufficiale del sequel fosse Alien: Paradise Lost. Nelle ultimissime ore, però, un nuovo cambio: non più Paradiso Perduto (come la celebre opera di Milton), bensì Alien: Covenant, aka Il patto. Già usare la parola Alien per un sequel di Prometheus ci puzza parecchio, ma che si decidesse almeno per il nome definitivo!

[Leggi anche: Ridley Scott promette una nuova forma di alieno in "Prometheus 2"]

Le riprese della pellicola partiranno a febbraio dell'anno prossimo. Tra i protagonisti, anche l'androide interpretato da Michael Fassbender nel film originale. A scrivere la sceneggiatura è invece Michael Green, particolarmente noto nel mondo seriale, in cui ha curato diversi episodi di Kings, Heroes, Smallville ed Everwood. In campo cinematografico, è reduce da Lanterna Verde di Martin Campbell, cinecomic del 2011 con Ryan Reynolds protagonista. 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box