Ritratto di Redazione
Autore Redazione :: 11 Aprile 2018

Sony continua a fornire la propria soluzione di produzione IP Live interoperabile con gli standard di settore SMPTE ST 2110 e NMOS IS-04/05. Soluzioni ibride che supportano sia le interfacce 12G-SDI sia IP per offrire maggiore flessibilità

Sony HDCU-4300

Sony continua a investire nelle soluzioni di Produzione IP Live completamente interoperabili espandendo la propria gamma high-end di soluzioni di Produzione Live e offrendo compatibilità sia con lo standard SMPTE ST 2110 per la trasmissione multimediale sia con i protocolli di riconoscimento e gestione dei dispositivi NMOS IS-04/05 al passo con lo sviluppo di Networked Media Interface. Promuovendo il suo impegno per supportare gli standard aperti, Sony sta aggiungendo elementi alla propria gamma di soluzioni per il sistema di produzione live. Per fornire una flessibilità all'avanguardia, system camera, switcher multiformato e server di produzione supporteranno le interfacce sia IP sia 12G-SDI. Le soluzioni di produzione live stanno inoltre crescendo grazie all'aggiunta di nuovi Pannelli di Controllo Remoto e della Licenza per l'Unità di Controllo del Sistema.

Nuovi dispositivi per accelerare la transizione verso la Produzione IP Live
In considerazione del fatto che la transizione del settore alla produzione IP continua a essere sostenuta, Sony sta introducendo un nuovo Switcher Video, XVS-9000, che supporterà sia l'IP (SMPTE ST 2110) sia il 12G-SDI in 4K, come pure un sistema ibrido di entrambi per i grandi eventi sportivi e di intrattenimento. Offrendo fino a 80 ingressi e 40 uscite in 4K e fino a 160 ingressi e 80 uscite in HD*, l’XVS-9000 soddisfa le esigenze di produzioni avanzate in 4K e in HD in vista dell'aumento di contenuti HDR (High Dynamic Range), consentendo di scegliere tra le più recenti interfacce.

*Il numero di ingressi/uscite varia a seconda dell'interfaccia.

La nuova Unità di Controllo della Telecamera HDCU-3100 supporterà inoltre lo standard SMTPE ST 2110 in HD, offrendo funzionalità IP per una vasta gamma di system camera, dalla telecamera HDC-4300 con la serie BPU-4000 (inclusa la nuova Unità Processore di Banda Base BPU-4500A), fino alla serie HDC-2000 e alle system camera HSC a fibra ottica. Questa nuova CCU, oltre alle normali funzionalità, è provvista del supporto per tally, intercom e audio e video di ritorno su tutta la funzionalità IP.

Sony conferma il supporto SMPTE ST 2110 in HD per l'attuale famiglia di switcher multiformato XVS, mentre l'Unità di Controllo della Telecamera HDCU-4300 sarà supportata dal 2019 in poi.

Per soddisfare la crescente domanda di produzione di contenuti live in 4K, Sony sta inoltre sviluppando ulteriormente i prodotti conformi con lo standard SMPTE ST 2110 4K. La nuova Unità Processore di Banda Base BPU-4500A si basa sulle caratteristiche e specifiche complete della BPU-4500, con l'aggiunta di una slot opzionale per ospitare le schede opzionali SMPTE ST 2110 o Networked Media Interface. Questo fornisce ai clienti la flessibilità di usare una o l'altra interfaccia a seconda dei requisiti del sistema.

Promuovendo gli aggiornamenti attraverso le proprie soluzioni per la Produzione IP Live, Sony sta migliorando anche il proprio IP Live System Manager, un software che razionalizza il controllo e la configurazione dei dispositivi di produzione di rete oltre a consentire la gestione della rete stessa, per soddisfare i severi requisiti di Produzione Live Professionale tramite Reti IP.

Il sistema adesso supporta anche NS-BUS, un protocollo aperto di Controllo Routing per comunicare con altre apparecchiature e sistemi. Questo protocollo di gestione basato su reti IP supporta la commutabilità cross-point, i nomi della sorgente e il tally da un sistema di gestione esterna, facilitando il monitoraggio di più flussi durante la relativa trasmissione in rete in qualsiasi luogo.

Inoltre, presso lo stand di Sony saranno esposti tre nuovi pannelli di controllo. MKS-R3210, MKS-R1620 e MKS-R1630, tutti controllati attraverso l’IP Live System Manager e che supportano il nuovo protocollo NS-BUS. Ciò trasforma il sistema di produzione in una soluzione chiavi in mano per il routing dei flussi video e audio durante il funzionamento tradizionale.

Una soluzione agile e scalabile
Il duplice investimento nelle tecnologie IP e SDI è stato guidato dalla volontà di Sony di introdurre innovative soluzioni interoperabili, che siano in grado di soddisfare le esigenze presenti e future dei broadcaster offrendo al tempo stesso una scelta per il cliente.

Offrendo maggiore flessibilità e una più ampia possibilità di scelta per i clienti, Sony sta ampliando la propria gamma di prodotti conformi all'interfaccia 12G-SDI. Nel 2018, l'interfaccia 12G-SDI sarà disponibile per gli switcher multiformato XVS-9000, XVS-8000, XVS-7000 e XVS-6000, nonché per le Unità Processore di Banda Base BPU-4500A e BPU-4000, per l'Unità di Controllo della Telecamera HDCU-4300, per la telecamera HDC-4300 e per l'unità di archiviazione AV multiformato PWS-4500.

"Continuiamo a impegnarci intensamente per offrire ai nostri clienti la possibilità di scelta, motivo per cui stiamo continuando a promuovere nuove opportunità di architettura offerte dall'interfaccia IP, pur riconoscendo l'importanza dell'interfaccia 12G-SDI. L'essere capaci di integrare entrambe le interfacce IP e SDI fornisce ai clienti la massima flessibilità per la progettazione di moderne strutture di produzione live e per usare le soluzioni più adatte alle loro esigenze, anziché basarsi puramente sulle interfacce per cui sono compatibili", ha commentato Norbert Paquet, Head of Product Management di Sony Professional Solutions. "Stiamo consentendo ai nostri clienti di costruire sistemi più agili, flessibili ed economicamente vantaggiosi, che possano davvero portare alla luce i benefici di queste tecnologie all'avanguardia". 

Garantire l'interoperabilità e contribuire ad essa
In qualità di fondatore dell'IP Live Alliance, che oggi vanta più di 70 produttori, tra i membri fondatori della Advanced Workflow Media Association (AMWA) e membro di SMPTE, Sony ha svolto un ruolo attivo nel contribuire allo sviluppo, adozione, standardizzazione e miglioramento degli standard e protocolli per la produzione live su IP. L'azienda sta continuando a lavorare con AMWA per supportare le specifiche NMOS IS-04 e NMOS IS-05 e altri miglioramenti futuri.

Il supporto degli standard è presentato allo stand "IP Showcase" al NAB con vari fornitori. Sony ha inoltre recentemente condotto con successo prove di interoperabilità con Evertz, che hanno coperto SMPTE ST2059 PTP, ST2110 HD e NMOS IS-04. Una demo comune basata su NMOS è disponibile presso lo stand di Evertz al NAB 2018.

Il sistema di produzione IP Live continua a essere adottato a livello globale 

・        NEP Australia: NEP Australia ha deciso di installare l’HDCU-3100 con l’HDC-4300 e l'Unità Processore di Banda Base nel proprio OB Van IP. NEP sta utilizzando le telecamere HDC-4300 in quattro OB Van IP, che si ricollegano a un hub centrale contenente gli switcher XVS ubicato a Sydney e Melbourne. NEP ha utilizzato questa apparecchiatura più volte la settimana per le regolari trasmissioni, prodotte e poi consegnate al broadcaster anche tramite SMPTE ST 2110.

・        Public Television Service Foundation (PTS), Taiwan: PTS ha compreso che, al fine di soddisfare le crescenti e mutevoli esigenze del settore, la chiave del successo è la presenza di un workflow efficiente affiancato da apparecchiature affidabili che offrano il meglio. Come tale, PTS ha scelto Sony come partner per il proprio studio e per l'OB Van IP/4K, con l'IP Live di Sony al centro del workflow. La line-up delle apparecchiature comprende le telecamere HDC-4300, gli switcher XVS-8000/7000/6000, i server PWS-4500, i monitor OLED BVM-X300, il convertitore serie NXL come pure l'IP Live System Manager (LSM).

・        Korea Creative Content Agency (KOCCA): KOCCA ha adottato la produzione live basata su reti IP nel proprio studio 4K, prevedendo un miglioramento nell'efficienza del workflow, dai video in diretta all'editing non lineare. KOCCA è riuscita a costruire con successo un sistema in grado di produrre sia in HD sia in 4K, adottando le telecamere HDC-4300 di Sony, uno switcher XVS-7000, il server PWS-4500, il convertitore HDR HDRC-4000, i monitor OLED di riferimento BVM-X300, il convertitore serie NXL e l'IP Live System Manager (LSM).

・        Touch Video Live Broadcast (TVLB), Cina: TVLB, una casa di produzione di Pechino, ha acquistato due set di OB Van 4K/IP di Sony che verranno consegnati il prossimo agosto. Ogni OB Van è completamente attrezzato con 24 serie di system camera HDC-4300 4K/HD, con funzionalità HDR.  Due OB Van che lavorano congiuntamente consentono la trasmissione di un massimo di 48 telecamere in produzione 4K HDR, previste per grandi eventi sportivi e di intrattenimento.

・        Shangdong TV, Cina: a febbraio 2018 Sony ha consegnato a Shangdong TV uno studio di Produzione Remota IP (REMI) per la produzione in 4K HDR. Il grande studio da 1200 mq, dotato di otto system camera HDC-4300 e di sei system camera HDC-2570 HD, ha appena terminato con successo la prima produzione messa in onda.

Innovazione nella produzione live da remoto
I visitatori del NAB potranno vedere le più recenti innovazioni per la produzione live di Sony in azione attraverso una dimostrazione di produzione live da remoto. Un team operativo di produzione live IP in remoto presso lo stand Sony (C11001) sarà collegato con un team sito in Atlanta, in cui verranno usate una sala di elaborazione e un'esclusiva connessione WAN-Wide Area Netwok (Century Link) per mostrare come le soluzioni per la Produzione IP Live di Sony siano in grado di collegare le sale controllo, interne alle strutture broadcast, con gli eventi dal vivo a migliaia di chilometri di distanza, senza compromessi in termini di latenza, commutazione o affidabilità. 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box