Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 20 Agosto 2016

Partendo dal'"Aleksandr Nevskij" di Ejzenstein fino alle più recenti escursioni videoclippare, ecco 3 film che hanno saputo sfruttare in pieno i movimenti laterali della cinepresa

Lola Corre

Di classifiche come “Le migliori inquadrature della storia del cinema” o “I migliori pianisequenza della settima arte” siamo assolutamente pieni, ma non crediamo di aver mai visto una lista dei più interessanti movimenti laterali. Proprio così: uno o più personaggi che vengono seguiti (da una carrellata o una macchina a mano) mentre si spostano lateralmente. A darci le sue preferenze, oggi, è il sempre ottimo Taste of Cinema.

Come non iniziare, ad esempio, da un autentico classico come Aleksandr Nevskij del maestro Serghei Ejzenstejn? Che il cineasta russo fosse anche uno dei teorici più acuti che abbiano mai attraversato la storia è una cosa che già sappiamo, e in questo caso, l'autore si prende ancora una volta la responsabilità di rompere la logica dello spettatore invertendo il classico movimento laterale sinistra → destra, azzardando così delle soluzioni formali ad hoc per meglio comunicare il proprio mood.

Che dire, poi, del Full Metal Jacket di Kubrick? Qui, il geniale autore usa i movimenti laterali per sottolineare ulteriormente la differenza tra primo e secondo tempo, ovvero tra pre-pazzia e pazzia. Per questo motivo, nel delirio finale, inquadrature e movimenti perdono ogni possibile direzione e ordine, scorrendo praticamente senza bussola. Una cosa, questa, ancor più sorprendente se si considera che Kubrick è l'assoluto amante della compostezza geometrica. 

[Leggi anche: La magia del long take, ecco cinque sequenze di cui non si può fare a meno]

Infine, per andare a tempi più recenti, ecco il cult anni '90 Lola Corre di Tom Tykwer, che segue un'adrenalinica Franka Potente mentre... corre per 80 minuti filati. Per quasi tutta la durata del racconto, il regista sottolinea la difficoltà della protagonista inquadrando i suoi movimenti laterali da destra a sinistra. Poi, a un certo punto, ecco il cambio di direzione verso il più classico (e facile da seguire) sinistra →  destra, e finalmente capiamo che qualcosa sta per cambiare. Infatti, da lì a poco, Lola vince un sacco di soldi al casinò. Insomma, con un semplice invertimento di rotta nel movimento, l'autore è riuscito ad anticiparci il destino della ragazza!

Categorie generali: 

Facebook Comments Box