Ritratto di Redazione
Autore Redazione :: 31 Agosto 2015

Serata orientata verso la notte più oscura con il fondamentale “Nightmare” e il bizzarro “Essere John Malkovich”

Freddy Krueger

Per questa sera lasciate stare le visioni dalle 21:00 in poi, perché le cose migliori le trovate più in seconda serata. Questione di gusti? Beh, non solo, considerato che alle 23:15 su Rete 4 troviamo il seminale Nightmare – Dal profondo della notte di Wes Craven. Pensate un po’, 1984. Un horror ormai diventato un classico e proficua franchise. Non sappiamo se quella trasmessa è la versione uncut, probabilmente no, poiché mancano 3 minuti all’appello… In ogni caso l’immaginario intorno a Freddy Krueger interpretato da Robert Englund ha permeato praticamente un buona parte di tutto l’immaginario horror degli anni ottanta. Il pregio del film di Wes Craven, grandissimo esperto del genere, è quello di aver spinto sul limite borderline tra visione reale e allucinazione psicologica che poi caratterizzerà tanti film a venire. In Nightmare troviamo anche il curioso debutto di Johnny Depp nella parte di Glen Lantz.

Altro film da segnalare è un’opera capitale degli anni novanta. Anche questa fa da spartiacque tra tante visioni cinematografiche. Si tratta di Essere John Malkovich, regia di Spike Jonze e sceneggiatura di Charlie Kaufman, alle 23:35 su Iris. La storia è talmente sovversiva e fuori dai canoni narrativi ed impossibile da riassumere che ha disorientato pubblica e critica. Soprattutto quest’ultima sembra non averci capito nulla o quasi. Essere John Malkovich era il primo esempio di realtà virtuale orientata al desiderio di esperienze al di là delle percezioni personali. Ancora oggi potrebbe funzionare da prototipo per un nuovo videogame di realtà virtuale.

Tag: 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box