Ritratto di Redazione
Autore Redazione :: 25 Marzo 2018

Stasera in tv: i film su Sky e sul digitale terrestre oggi domenica 25 marzo. Dal dittico su Terrence Malick con I giorni del cielo e The New World a Flight di Robert Zemeckis

The New World

Stasera in tv: i film su Sky e sul digitale terrestre oggi domenica 25 marzo. Dal dittico su Terrence Malick con I giorni del cielo e The New World a Flight di Robert Zemeckis.

Questa sera la programmazione comprende il dittico di Terrence Malick con due film in effetti molto lontani fra loro, non fosse che per le date di uscita, ma appartengono allo stesso autore e quindi varrebbe la pena accoppiarle. I giorni del cielo con Richard Gere, Brooke Adams e Sam Shepard viene davvero da un altro mondo. Era il 1978 ed il film lasciava presupporre l'inizio di una luminosa carriera per Terrence Malick ed invece segnò la battuta d'arresto soprattutto per l'insuccesso commerciale che naturalmente influisce parecchio sui meccanismi di produzione statunitense. Anche se il film ottenne a Cannes il premio per la migliore regia e cosa più importante in quel di Hollywood conquistò l'Oscar per la migliore fotografia con Nestor Almendros. Fu etichettato spesso come film tecnico. Col passare degli anni il film è diventato un cult oltreché un affresco melodrammatico di ampio respiro originale. Eppure i sospetti rimangono anche se poi è stato confermato che in realtà Mallick è stato 20 anni ad ascoltare musica, viaggiare, guardare gli uccelli e ogni forma di vita animale. Prima di realizzare il successivo film nel 1997 (La sottile linea rossa). Malick è stato spesso paragonato a Kubrick per la sua maniacale voglia di perfezione, più che altro è il suo rapporto con la stampa ad essere molto limitato e ciò, come sappiamo, non fa altro che alimentare leggende. Days of Heaven che poi sono i "giorni del Paradiso" più che del cielo come ha voluto la traduzione italiana passa alle 19:20 su Sky Cinema Cult. Molto più vicino al mondo contemporaneo è The new world - Il nuovo mondo (extended cut), anche se ambientato nel 1600 quando le navi inglesi arrivano in Virginia, alla ricerca di conquiste e tesori. Una sorta di fondazione o estensione della società occidentale predatoria e assassina ma con il ritratto anche di Pocahontas interpretata dalla giovanissima Q'orianka Kilcher che fa cambiare completamente il punto di vista sulla cultura coloniale. Anche in questo caso il film ottenne uno scarso successo al botteghino perdendo molti milioni di dollari rispetto al budget di 30 milioni. Con Colin Farrell protagonista nel ruolo del capitano John Smith. Da segnalare la bellissima fotografia di Emmanuel Lubezki che rende i paesaggi un luogo di contemplazione assoluto. Su Sky Cinema Cult alle 21:00.

L'altra segnalazione di oggi è per il recente film diretto da Robert Zemeckis, Flight (Blu-ray). Come in gran parte della sua filmografia, il cinema di Zemeckis è davvero straordinario nell'associare spettacolarità, tensione e approfondimento psicologico. In questo caso le cose vanno perfettamente a braccetto, laddove si racconta la storia di un atterraggio di fortuna di un aereo di linea grazie alla manovra eccezionale del suo pilota Whip Whitaker (Denzel Washington), che nella seconda parte del film comincia ad esser guardato sotto un'altra luce, ben diversa da quella di eroe... Insomma, davvero un film che si lascia vedere d'un fiato, considerata anche la sua lunghezza superiore alle 2 ore! Su Paramount Channel alle 21:10.

Da segnalare velocemente Il primo uomo di Gianni Amelio, commovente racconto di riscoperta anche delle origini con riferimento diretto al grande scrittore Albert Camus. Su Rai Storia alle 21:10. Consigliatissimo è il cult comico satirico con Antonio Albanese diretto da Giulio Manfredonia, Tutto tutto niente niente. Su Rai Movie alle 21:10. Per chi ama il cinema orientale c'è La tigre e il dragone grandioso cappa e spada diretto da Ang Lee.

Su Raitre per Fuori Orario a partire dalle 2:15, infine segnaliamo l'interessante passaggio in prima visione tv del documentario su Piergiorgio Welby, Love is all Piergiorgio Welby Autoritratto di Francesco Andreotti e Livia Giunti. Di seguito un estratto dalla scheda presente sul sito:
L’idea di fare un documentario su Piergiorgio Welby è nata per puro caso.
Nell’autunno del 2006, il video di un uomo che chiedeva al Presidente della Repubblica il diritto di essere lasciato morire, era entrata in casa attraverso il tg. Quell'immagine però non era bastata a farci soffermare sul suo significato profondo; per quanto forte o scioccante fosse, non era riuscita a distoglierci dalle nostre occupazioni del momento.

Buone visioni!

Categorie generali: 

Facebook Comments Box