Ritratto di Redazione
Autore Redazione :: 1 Marzo 2018

Il Royal Ballet celebra il centenario della nascita di Leonard Bernstein con un programma a lui dedicato dai coreografi Wayne Mcgregor, Liam Scarlett e Christopher Wheeldon. In diretta nei cinema il 27 marzo

Centenario di Bernstein

Continua su oltre 1500 schermi cinematografici di tutto il mondo la stagione 2017-2018 del cartellone della Royal Opera House di Londra al cinema, che include gli incantevoli capolavori prodotti da The Royal Ballet.

Il nono appuntamento, previsto per martedì 27 marzo 2018 in diretta via satellite alle ore 20.15 sugli schermi di tutto il mondo (elenco delle sale italiane a breve su www.nexodigital.it), è con Il Centenario di Bernstein, un omaggio alla musica del compositore Leonard Bernstein in occasione del centenario della sua nascita.

Leonard Bernstein è stato uno dei primi compositori classici statunitensi a ottenere il consenso sia del pubblico che della critica. Fu un eclettico che si lasciò ispirare da jazz, modernismo, musica tradizionale ebraica e musical di Broadway e collaborò con Jerome Robbins, con il quale creò Fancy Free e West Side Story.

Per celebrare il centenario della nascita di Bernstein, il Royal Ballet ha riunito i suoi tre coreografi associati per rendergli omaggio. In cartellone figurano le due prime mondiali del coreografo residente Wayne McGregor e dell’artista associato Christopher Wheeldon, che si cimentano per la prima volta con la musica di Bernstein. Al centro del programma troviamo il primo revival del balletto The Age of Anxiety, creato nel 2014 dall’artista residente Liam Scarlett con la musica introspettiva della Seconda Sinfonia di Bernstein. Sia la sinfonia che il balletto si ispirano al magistrale poemetto modernista di W.H. Auden, a sua volta imperniato sull’atmosfera di disincanto e incertezza del secondo dopoguerra. 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box