Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 6 Marzo 2015

Questo mese i vertici dell'Academy si riuniranno per discutere dell'ultima cerimonia degli Oscar, la più deludente a livello di telespettatori dal 2009. Tra i possibili cambiamenti futuri, forse, il ritorno ai 5 candidati come Miglior Film

La mitica selfie degli Oscar 2014

Dopo gli ascolti deludenti dell'ultima cerimonia degli Oscar (i più bassi degli ultimi 6 anni), l'Academy si rimbocca le maniche ed inizia a pianificare eventuali cambiamenti. Tra questi, spiega una talpa dell'Hollywood Reporter, potrebbe essere vagliata la proposta di ritornare al numero originale di candidati come Miglior Film, ovvero 5. Sono infatti passati diversi annetti da quando l'organizzazione ha alzato il numero di possibili nominati fino ad un massimo di 10, con la motivazione ufficiale di riuscire così a promuovere più pellicole, sperando di aumentare l'audience non solo delle sale cinematografiche, ma anche ovviamente i telespettatori della cerimonia. Eppure, “ci abbiamo provato, ma non è che ci abbia fatto così bene”, spiega la fonte.

Avvia la prova gratuita su MUBI

Non sappiamo se effettivamente il numero di nominati possa collegarsi allo share televisivo. Di certo andrebbero considerati altri fattori: in primis, che quest'anno la cerimonia è stata parecchio noiosa, con un conduttore, Neil Patrick Harris, abbastanza statico e scialbo. L'altro motivo, e probabilmente quello principale, sta poi ovviamente nella stessa scelta dei candidati: tra i film nominati quest'anno, solamente American Sniper di Clint Eastwood era un successo commerciale, mentre tutti gli altri, compreso il vincitore Birdman, sono stati seguiti principalmente da un audience di cinefili, e non certamente dalla massa di gente comune a cui invece l'Academy sta puntando. Ricordiamo che la cerimonia più guardata della storia degli Oscar rimane quella del 1998, dove guarda caso gareggiava un campione d'incassi mondiali come Titanic.

La soluzione per gli ascolti, dunque, sarebbe decisamente quella di nominare film più celebri e popolari; una cosa, questa, che però finirebbe per snaturare gli Oscar, che dovrebbero pensare solamente a votare i (presunti) migliori, senza considerare l'eventuale successo o meno al botteghino. Dunque, trattasi sicuramente di una questione spinosa e dalle difficili soluzioni.

[Leggi anche: I migliori e peggiori momenti degli Oscar 2015]

Da parte nostra, possiamo semplicemente suggerire di chiamare un conduttore più cool e spassoso (qualcuno ha detto Jack Black?); poi, ovviamente, tagliare l'eccessiva durata della cerimonia: 3 ore e mezza di media sono decisamente troppe, e persino lo spettatore più volenteroso finisce per cambiare canale o per spegnere la tv. Infine, detto in soldoni: ci vorrebbero più “cazzate”, ma “cazzate” scritte bene, e che ci mostrano i nostri amati vip come mai prima d'ora: SI a Ellen DeGeneres che offre pizze in giro e che fa un selfie con Meryl Streep / Angelina Jolie / Brad Pitt / Kevin Spacey / Julia Roberts / Bradley Cooper / Jennifer Lawrence; NO a Neil Patrick Harris che va sul palco in mutande. Non so se abbiamo reso bene l'idea...

Tag: 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box