Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 23 Luglio 2015

Annunciati i film selezionati dalla Settimana della Critica, sezione parallela indipendente del Festival di Venezia. Come di consueto, il programma ci presenterà pellicole di esordienti provenienti da tutto il mondo

Peter Mullan

Annnunciato il programma della Settimana della Critica, sezione parallela indipendente del Festival di Venezia dedicata a registi emergenti. Se dunque non conoscete un singolo nome della lista, non abbiate paura e non sentitevi ignoranti: è normale che sia così. E la parte interessante della sezione è esattamente in questa sua caratteristica: essendo tutti nomi freschi, un futuro maestro del cinema potrebbe nascondersi proprio qui. Non volete essere tra i primi a poter dire: “Oh, questo regista avrà un grande avvenire, ve lo garantisco io”. Basti pensare che tra gli autori che hanno esordito nella sezione, troviamo nomi come quelli di Mike Leigh, Harmony Korine, Olivier Assayas, Pedro Costa, Pablo Trapero, Carlo Mazzacurati e Roberta Torre.

Come di consueto, anche per questa 30a edizione, la sezione presenterà una scelta di pellicole provenienti da tutto il mondo, dalla Turchia (Ana Yurdu di Senem Tuzun) all'Italia (Banat – Il viaggio di Adriano Valerio), passando per il Nepal (Kalo Pothi di Min Bahadur Bham) e il Portogallo (Montanha di Joao Salaviza). Evento speciale come film di chiusura fuori concorso sarà invece Bagnoli Jungle di Antonio Capuano, che si focalizzerà su tre personaggi immersi fra le rovine dello stabilimento Ilva di Bagnoli, quartiere di Napoli. Come già sappiamo, inoltre, sarà riproiettato anche Orphans di Peter Mullan, che segnerà ufficialmente l'inizio dei festeggiamenti. 

Dichiara Francesco Di Pace, curatore del programma: “Sono cambiate le sue modalità di fruizione, soprattutto per il cinema cosiddetto d’autore o di ricerca, da una parte con la diminuzione degli schermi cinematografici ad esso destinati, dall’altra però con una straordinaria possibilità di accesso attraverso nuove piattaforme online o vod, più o meno legali. Il costante impegno di questa sezione, organizzata dal Sindacato dei Critici Cinematografici Italiani, è comunque stato quello di trovare in ambito internazionale registi in grado di operare un rinnovamento del cinema, di scoprire talenti disposti con coraggio, e anche con una certa incoscienza tipica del momento dell’esordio, ad anticipare tendenze e non a incamminarsi su strade rassicuranti”.

[Leggi anche: Festival di Venezia 2015: Ecco le pellicole restaurate della sezione "Venezia Classici"]

Ecco la lista dei film di quest'edizione:

Jia di Liu Shumin (Film di pre-apertura Fuori Concorso)
Orphans di Peter Mullan (Film di apertura Fuori Concorso)

Ana yardu di Senem Tuzen
Banat (Il viaggio) di Adriano Valerio
Kalo Pothi di Min Bahadur Bham
Light Years di Esther May Campbell
Montanha di Joao Salaviza
The Return di Green Zeng
Tanna di Martin Butler e Bentley Dean

Bagnoli Jungle di Antonio Capuano (Film di chiusura Fuori Concorso)

Categorie generali: 

Facebook Comments Box