Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 16 Giugno 2014

Ricchissimo il programma della quarta edizione di Terre di Cinema, l'unico festival italiano dedicato alla fotografia cinematografica. Tra gli ospiti più attesi, il grandissimo Garrett Brown, inventore della steadicam, e Luciano Tovoli

Suspiria di Dario Argento, uno dei lavori più famosi del direttore della fotografia Luciano Tovoli

Ci siamo, la quarta edizione di Terre di Cinema è ufficiamente pronta ad aprire i battenti: l'unico festival italiano dedicato alla fotografia cinematografica avrà luogo dal 22 giugno al 6 luglio in Sicilia, nel borgo di Forza d'Agrò e nei dintorni della Valle d'Agrò (Taormina).
La kermesse, progettata da Vincenzo Condorelli, direttore della fotografia, e in collaborazione, tra gli altri, col Centro sperimentale, l'AIC e l'SNGCI, staglia un programma folto che prevede proiezioni in anteprima, workshop, uno showcase internazionale per l'avanguardia tecnologica, un cinecampus residenziale per studenti e masterclass varie.

La sezione principe del festival è la New Cinematographers Award, il concorso internazionale totalmente dedicato alle nuove scoperte e ai talenti emergenti del settore, tra cui Gergely Poharnok (Miele di Valeria Golino), Olympia Mytilinaiou (Miss Violence di Alexandros Avranas, Leone d'Argento a Venezia 2013), e Jeanne Lapoirie, che ha diretto la fotografia di Michael Kohlhaas di Arnaud des Pallières, in concorso a Cannes 2013 e presentato qui in anteprima italiana.
Fra le altre anteprime, nella sezione Focus On (dedicata ai Balcani nell'edizione 2014) due registi serbi porteranno i loro film e terranno una masterclass: Milos Pusic con Withering e Mina Djukic con The Disobedient (passato al Sundance 2014).

Altri ospiti illustri illumineranno l'esclusiva sezione Masters of Light, omaggiante i direttori della fotografia che hanno reso tale tecnica un'arte. Punta di diamante della categoria è indubbiamente la presenza di Garrett Brown, inventore della rivoluzionaria steadicam e premio Oscar, che ha acceso di colori inquietanti capolavori come Shining, Star Wars - Il ritorno dello Jedi e Casinò, e che terrà una masterclass il 27 giugno. Riceverà invece un Nastro d'argento speciale il grande Luciano Tovoli, direttore della fotografia di Suspiria, Il deserto dei Tartari e Il mistero di Oberwald.
Tra gli altri nomi italiani di spicco, ecco quelli del film-maker Fabio Mollo e l'interprete Alessandra Costanzo, i quali il 29 Giugno presenteranno Il Sud è niente.

Intorno alle proiezioni e agli incontri con professionisti del settore, si animeranno due categorie fondamentali del festival: lo showcase internazionale e il Cinecampus. Il primo, aperto il 27 e il 28 Giugno in parallelo alla cerimonia dei Nastri d'Argento, consisterà nell'esposizione dei migliori armamentari di ripresa utilizzati su importanti set di cinema e tv, italiani ed esteri. Il Cinecampus è invece il perno dell'evento Terre di Cinema: attivo per l'intera durata della kermesse, si compone di una quarantina di allievi provenienti dalle più auree scuole di cinema internazionali (inglesi, spagnole, americane, perfino dell'Uruguay) e specializzati in mestieri variegati (da registi a montatori a direttori della fotografia). I partecipanti si divideranno in troupe di nazionalità distinte, frequentando i workshop e, soprattutto, collaborando per realizzare 14 corti incentrati su intramontabili classici del cinema che hanno avuto come location Forza d'Agrò e Taormina. I loro lavori verranno infine proiettati nella serata di chiusura della kermesse e durante il festival francese di Brest, affiliato con Terre di Cinema.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box