Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 3 Dicembre 2015

Annunciati oltre 60 titoli nuovi per il Sundance Film Festival 2016, che si svolgerà dal 21 al 31 gennaio. Tra questi, il biopic romantico su Barack Obama e le ultime pellicole di Ellen Page, Daniel Radcliffe e Paul Dano

Robert Redford

Si scaldano i preparativi per il Festival di Sundance 2016, che si svolgerà dal 21 al 31 Gennaio nel solito Park City. L'evento, fondato da Robert Redford, ha infatti annunciato oltre 60 film che troveremo nella prossima edizione: non ci pare ci siano titoli per cui strapparsi i capelli dall'ansia, ma il punto di forza del Sundance è da sempre questo: non conferma dei grandi autori, ma cerca di scoprirne di nuovi. Così, avremo per lo più dei registi semisconosciuti, ma che potrebbero essere proprio i maestri del futuro, e basti pensare che da qui sono stati lanciati cineasti del calibro di Kevin Smith, Robert Rodriguez, Quentin Tarantino, Steven Soderbergh e Jim Jarmusch. 

Tra i titoli che sulla carta parrebbero più interessanti, ad esempio, abbiamo Southside With You di Richard Tanne, biopic su Barack Obama e la sua storia d'amore con la First Lady Michelle; Swiss Army Dead di Daniel Scheinert e Daniel Kwan, pellicola esistenziale con l'inedita coppia Paul Dano / Daniel “Harry Potter” Radcliffe, Tallulah di Sian Heder, con un'Ellen Page che promette di essere più intensa che mai; Belgica, nuovo lavoro di Felix van Groeningen, acclamato regista di The Broken Circle Breakdown; The Fits di Anna Rose Helmer, già presentato a Venezia e The Birth of a Nation di Nate Parker, ambizioso fin da suo titolo. 

[Leggi anche: "31" di Rob Zombie e "Yoga Hosers" di Kevin Smith al Festival di Sundance 2016]

Dichiara Redford: “Da diversi background, posti e prospettive, questi artisti indipendenti sono uniti dal potere delle loro storie e dalle loro visioni. I loro film verranno presto lanciati nel mondo, iniziando il loro viaggio attraverso la nostra cultura. Un nuovo anno nel cinema indipendente inizierà proprio da qui, dalla montagna, in gennaio”. Prosegue il direttore esecutivo Keri Putnam: “In un'epoca in cui i grandi blockbuster e i contenuti gratuiti online sono onnipresenti, i cineasti indipendenti continuano a essere straordinariamente creativi, pieni di arte e invenzioni”.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box