Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 28 Luglio 2015

Il Festival di Toronto 2015 annuncia i primi titoli del suo cartellone: sono in programma, tra gli altri, i nuovi film di Ridley Scott, Stephen Frears, Jean-Marc Vallée, Roland Emmerich, Tom Hooper, Johnnie To, Michael Moore e Cary Fukunaga

The Martian di Ridley Scott

Tappetto rosso e standing ovation per Toronto, che dimostra ancora una volta di essere ormai il secondo festival di cinema più importante del mondo dopo Cannes. Con buona pace di Venezia, l'evento canadese ha annunciato i primi titoli del proprio cartellone, comprendente ovviamente molte fra le pellicole più attese della prossima stagione, a iniziare dal film d'apertura, Demolition di Jean-Marc Vallée, il quale vede per protagonista la coppia Jake Gyllenhaal / Naomi Watts.

E se la nuova opera dell'autore di Dallas Buyers Club non v'inietta abbastanza hype, allora sappiate che sono in programma anche le anteprima mondiali di The Martian, sci-fi targato Ridley Scott con Matt Damon astronauta sperduto su Marte; Trumbo di Jay Roach, particolarmente carico di fibrillazione per la presenza di Bryan Cranston nel ruolo del mitico sceneggiatore hollywoodiano Dalton Trumbo; Stonewall di Roland Emmerich, che vede l'imperatore dei disaster movie immerso in un dramma sui diritti gay; e The Program di Stephen Frears, il quale ci racconterà le intricate vicende del noto ciclista Lance Armstong.

Ancora: sarà dell'adunata Black Mass di Scott Cooper (la cui anteprima mondiale è però prevista al Lido), The Danish Girl di Tom Hooper (segnata come anteprima americana, motivo per cui potrebbe essere anche questo a Venezia), Beasts of No Nation di Cary Fukunaga, Freeheld di Peter Sollett (con la commovente coppia lesbo Julianne Moore / Ellen Page), Lolo di Julie Delpy, Legend di Brian Helgeland (con Tom Hardy in un doppio ruolo), The Dressmaker di Jocelyn Moorhouse (avete visto quant'è bella Kate Winslet nelle foto promozionali?), Where to Invade Next di Michael Moore, Sunset Song di Terence Davies, Un plus une di Claude Lelouch, Desierto di Jonas Cuaron, Office di Johnnie To e, veramente, tantissime altre cose.

[Leggi anche: "Everest" di Baltasar Kormákur sarà il film d'apertura del Festival di Venezia 2015]

Fa impallidire pensare come questi siano semplicemente i primi film del programma, la cui intera line-up verrà annunciata nei prossimi giorni. Come ormai di consueto in questi ultimi anni, le stelle hollywoodiane preferiscono evidentemente guardare al più vicino Canada, piuttosto che agli eventi europei... e come biasimarle? 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box