Ritratto di Redazione
Autore Redazione :: 27 Gennaio 2018

Diventare vegani: è questo che James Cameron sostiene fortemente alla presentazione del documentario a favore della scelta vegana, The Game Changers

James Cameron

James Cameron sostiene la causa vegana e lo fa dal festival di Sundance dove presenta, come produttore esecutivo insieme alla moglie Suzy Amis, il documentario The Game Changers, che è un film pro vegan.

Cameron ha illustrato i benefici dell'alimentazione vegetale per tutti compreso gli sportivi estremi, tipo culturisti, come il suo amico Arnold Schwarzenegger, anche lui convertito alla migliore dieta.

Nell'intervista esclusiva con Deadline, Cameron ha raccontato quanto sia cambiata la sua vita da quando ha iniziato a nutrirsi con una dieta a base vegetale senza alcun derivato animale: "Il fatto è che da quando ho iniziato a mangiare solo cibi vegetali, da sei anni, non sono stato malato un solo giorno, non sono stato malato per sei anni. Non ho avuto un raffredore, né una febbre o mal di gola e ciò non mi era mai accaduto. Sono adesso all'età di 63 anni con l'obiettivo di realizzare i film Avatar. So che ci vorranno altri sette o otto anni per completare l'intero ciclo del progetto e mi sento forte... Da quando ho iniziato a mangiare in questo modo mi sono accorto che è diventato un fattore importante per l'energia che mi serve sul lavoro e neanche pensavo che potesse essere questa volta e tanto meno alla mia età".

Per quanto riguarda il documentario The Game Changers, è diretto da Louie Psihoyos (The Cove) ed è stato prodotto dal ricercatore nutrizionista Joseph Pace e da James Wilks, un ex campione di arti marziali, vincitore della stagione 9 di The Ultimate Fighter, che appare anche nel documentario.

Il film include diverse testimonianze di tipo scientifico, come quella del cardiologo Dean Ornish, anche lui sostenitore della dieta vegetale, che dimostra come basti una dieta virtuosa per ridurre l'infiammazione dei vasi sanguigni e quindi il rischio di infarto al cuore.

Non mancano poi le testimonianze di atleti sugli effetti che ha la dieta vegana per incrementare il flusso sanguigno anche con effetti immediati sugli organi sessuali maschili, comprovati da esperimenti. Infatti, nel film si parla anche di disfunzione erettile.

Cameron ha parlato anche dell'assurdità di cibarsi di carne. Non solo non fa bene alla salute, ma fa anche male all'intero pianeta: "Non sta uccidendo soltanto noi, sta uccidendo l'intero pianeta. Gli impatti sull'ambiente sono enormi".

Naturalmente queste idee bellissime non fanno che rallegrarci quando apprendiamo anche che hanno influito sulla produzione di Avatar e quindi sugli immaginari che dovrebbero stare dietro ai film in un momento molto importante dell'evoluzione umana.

La coerenza di Cameron è davvero commovente, tanto che nei set di Avatar non si mangia più carne: "Mi sono seduto con l'intero cast, quasi 130 persone, e ho detto: «Questi film, non li stiamo realizzando per fare denaro o per il piacere di immagini cool, immaginari fantastici ed effetti speciali sorprendenti. Li stiamo facendo per un più alto obiettivo perché significano qualcosa. E dobbiamo procedere in questo percorso. Dobbiamo vivere le nostre vite, in modo che le persone lavorino in questo film a fianco del messaggio che esso porta con sé. Cosicché mangeremo tutti in maniera vegana durante questa produzione. Avrei potuto sentire uno spillo cadere in quella stanza con 130 persone". Naturalmente Cameron non sta costringendo nessuno, infatti, chi vuole può allontanarsi dal set se vuole mangiare della carne, soltanto il catering avrà sempre pasti vegani. Cameron, insomma, fa proselitismo e si augura di poter "convertire" queste 130 persone o se non il 100 per cento almeno una parte di loro.

Fonte: Deadline

Categorie generali: 

Facebook Comments Box