Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 25 Marzo 2015

Complice il successo commerciale di "American Sniper" (oltre 300 milioni di dollari nei botteghini statunitensi, ben 500 in quelli mondiali), Clint Eastwood è stato scelto come ospite d'onore del Cinemacon, convention degli esercenti americani

Clint Eastwood

American Sniper non è solo la pellicola che ha guadagnato di più nella sua filmografia, ma anche il maggior boom dei botteghini di quest'anno. Stiamo ovviamente parlando del grande Clint Eastwood, il cui successo sembrerebbe proprio inarrestabile, nonostante le svariate critiche ricevute da note personalità come Michael Moore o Seth Rogen. Poco male: American Sniper ha già sorpassato i 300 milioni di dollari nei box office statunitensi, superando addirittura Hunger Games: Il canto della rivolta – Parte I, che eppure godeva di un abnorme audience formato da teenager e young adult. Sarà anche per questo che Eastwood è stato scelto per presiedere il Cinemacon di quest'anno, la convention degli esercenti cinematografici che si svolgerà a Las Vegas dal 20 al 23 Aprile.

Dichiara Mitch Neuhauser, direttore del Cinemacon: “Siamo profondamente onorati di ospitare questo evento per celebrare una vera leggenda, Clint Eastwood, per tutto ciò che ha fatto per l'industria cinematografica mondiale tramite la sua carriera senza precedenti. Poter sentire i suoi pensieri sul cinema e ciò che le sale cinematografiche significano per lui sarà l'occasione di una vita”.

Questa sarà la quinta volta che gli esercenti statunitensi si riuniscono per festeggiare; attualmente, l'organizzazione conta i rappresentanti di ben 32.000 sale sparse per tutti gli Stati Uniti, più quelli di altri cinema in 81 paesi nel mondo. L'anno scorso, l'ospite speciale era invece Christopher Nolan, forte del successo dei suoi blockbuster, i quali hanno contribuito a renderlo uno dei nomi di punta dell'industria.

Ricordiamo che al momento, American Sniper ha già totalizzato oltre 500 milioni di dollari nei botteghini internazionali, una cifra invidiabilissima, soprattutto considerando che non è stato concepito per un pubblico troppo mainstream e che nel cast, oltre a Bradley Cooper, non ci siano praticamente volti famosi. In Italia ha fatto la bellezza di quasi 19 milioni di euro, battendo dunque gli incassi non solo di mega blockbuster come Exodus – Dei e Re, Lo Hobbit – La battaglia delle cinque armate o Interstellar, ma anche dei film d'animazione Big Hero 6 e Dragon Trainer 2.

[Leggi anche: I migliori film di Clint Eastwood secondo Clint Eastwood]

Avvia la prova gratuita su MUBI

Clint Eastwood si sentirà parecchio rinvigorito da questo successo. Speriamo non si riposi troppo e che torni a girare un nuovo eccitantissimo film il più presto possibile. Di certo, adesso, il sostegno delle case di produzione lo avrà al 100%.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box