Ritratto di Marco Rovaris
Autore Marco Rovaris :: 31 Ottobre 2014

Frank Marshall e Peter Bogdanovich monteranno la parte restante del workprint usando appunti scritti da Welles prima di morire. "The Other Side of the Wind", rimasto incompiuto per 30 anni, vedrà la luce in sala nel 2015 grazie a Royal Road

Orson Welles

L'ultimo film non terminato di Orson Welles, The Other Side of the Wind, potrebbe finalmente arrivare nelle sale cinematografiche il prossimo anno. Il New York Times ha riportato che Royal Road Entertainment ha raggiunto un accordo per l'acquisto dei diritti di The Other Side of the Wind con il desiderio di proiettarlo nei cinema il 6 maggio del 2015, il centenario della nascita del geniale e burrascoso regista. Inoltre pare che la casa di produzione stia preparando una promozione per la distribuzione all'American Film Market per la prossima settimana.

Welles girò questo 'film nel film' tra il 1970 e il 1976 e ci lavorò fino alla sua morte, nel 1985, lasciando in forma grezza un workprint di 45 minuti che egli aveva portato con sé di nascosto fuori dalla Francia. John Huston recita nei panni di un regista di forte temperamento che litiga con gli executive di Hollywood per finire un film - una sorta di ritratto della carriera tempestosa dello stesso Welles. Nel cast figurano anche, come comprimari, Susan Strasberg, Lilli Palmer, Dennis Hopper e Peter Bogdanovich.

[Leggi anche: Al Pacino: "L’aereo della mia carriera è ancora in volo"]

Per ottenere i diritti, Royal Road ha negoziato l'accordo con il collaboratore di Orson Welles Oja Kodar, la figlia e unica erede Beatrice Welles e la casa di produzione franco-iraniana L'Astrophore. Il regista aveva investito in una combinazione di ruoli televisivi e investitori, tra i quali Mehdi Bushehri, cognato dello scià dell'Iran e investitore nella suddetta casa di produzione. Il risultato di questa unione fu il controllo ottenuto da Bushehri di più di 1.000 bobine di negativo, che furono poi sistemate in un deposito a Parigi.

Fin dalla morte di Welles furono fatti moltissimi tentativi per pianificare un'azione legale al fine di completare il progetto. Due anni fa, il vecchio produttore Frank Marshall, che era line producer di The Other Side of the Wind, si unì a Filip Jan Rymsza di Royal Road per approcciare Beatrice Welles e Oja Kodar. La figlia del regista, che gestisce l'eredità del padre, ha detto al Times che la visita del 2012 è stata la chiave per iniziare il processo che avrebbe portato a termine il film.

[Leggi anche: Da pellicola a digitale. Il problema della conservazione dei film]

Marshall e Bogdanovich monteranno la pellicola. Il primo ha dichiarato che "ci sono delle note di Welles. Abbiamo delle scene che non sono stare finite e dobbiamo aggiungere musica. Per fortuna, con la tecnologia odierna, non ci vorrà troppo tempo".

[Ti può interessare: Orson Welles. Ovvero la magia del cinema]

Categorie generali: 

Facebook Comments Box