Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 13 Ottobre 2014

“Caro signor Lars Von Trier, credo che tu sia il regista più disturbante in questo pianeta, ed è per questo che mi piacerebbe veramente molto lavorare con te”. A pronunciare queste parole, l'artista Marina Abramovic in un appello televisivo

Marina Abramovic

Marina Abramovic vuole assolutamente lavorare con Lars Von Trier. A dichiararlo è l'artista stessa, che per l'occasione ha lanciato un appello televisivo al controverso cineasta danese: “Caro signor Lars Von Trier, credo che tu sia il regista più disturbante in questo pianeta, ed è per questo che mi piacerebbe veramente molto lavorare con te”.

Racconta la Abramovic di aver cominciato ad interessarsi all'autore dopo aver visto Le onde del destino, pellicola del '96 sul rapporto complicato e morboso tra una sposa credente e un marito paralizzato. Una storia straziante che ha regalato notti insonne all'artista, che da allora ha sentito un legame indissolubile con Von Trier, fatto d'ammirazione e grandissimo interesse.

[Ti può interessare: Purezza e castità. Il cinema di Dogma 95: Lars von Trier e gli altri]

Continua la Abramovic nel video appello: “Tu porti davvero gli attori sull'orlo del crollo nervoso, e siccome io sono un'artista che fa performance, capisco molto bene ciò che fai". Il sogno della donna sarebbe riuscire a coinvolgere il regista nel suo prossimo progetto, Seven Deaths, il quale si focalizzerà su 7 eroine classiche del mondo teatrale. Certo è che ci piacerebbe veramente molto vedere i due al lavoro, anche se pensiamo sia praticamente quasi impossibile, giacchè Von Trier è noto per essere un totale outsider ed egocentrico, uno a cui piace essere indipendente, senza pressioni esterne né regole altrui. Inoltre, il cineasta ha dichiarato all'ultima Mostra di Venezia di essere già attualmente impegnato su The House That Jack Built, una serie televisiva che, garantisce, avrà un cast stellare di tutto rispetto.

[Leggi anche: Lars Von Trier annuncia la sua serie televisiva a Venezia]

Intanto, ricordiamo che la Abramovic non è certamente nuova nel mondo del cinema. Un esempio su tutti potrebbe essere Destricted, film corale del 2006 in cui l'artista ha partecipato a fianco di altri rinomati registi come Larry Clark, Gaspar Noé e Sam Taylor-Johnson. Inoltre, è tra le protagoniste del documentario Bob Wilson's Life & Death of Marina Abramovic, diretto da Giada Colagrande. Nel corso della sua carriera, la performer ha anche collaborato con una ricca galleria di musicisti famosi, da Lady Gaga a Jay-Z. Insomma, che sia un personaggio tosto e rispettato è chiaro a tutti, ma si compirà il miracolo del testa a testa con Von Trier? Staremo a vedere..

Categorie generali: 

Facebook Comments Box