Ritratto di Redazione
Autore Redazione :: 12 Agosto 2014

Robin Williams è stato trovato morto ieri. Pare che si tratti di suicidio. Ecco i film in cui lo vedremo ancora nella prossima stagione e le dichiarazioni rilasciate da alcuni attori, registi e personalità importanti per ricordarlo

Robin Williams

Robin Williams è stato trovato morto nella propria casa, ieri (lunedì) verso mezzogiorno. Con ogni probabilità si è trattato di suicidio. L’attore negli ultimi anni ha lottato contro una pesante forma di depressione, come ha confermato il suo addetto stampa.

Nel 1998 Williams è stato premiato con l’Oscar come migliore attore non protagonista per Will Hunting - Genio ribelle, ed è stato apprezzato in tutto il mondo per la sua capacità di recitare disinvoltamente in ruoli leggeri e drammatici, infondendo ai propri personaggi una personalità forte e sempre capace di toccare le emozioni degli spettatori. Ma il maggiore contributo dato dall’attore è stato quello di avere saputo rinnovare profondamente gli schemi e le logiche della comicità americana. Negli anni Ottanta Williams infatti alterò gli schemi dell’umorismo cinematografico accettato fino a quel momento, introducendo un continuo e strettissimo connubio tra elementi esilaranti, a tratti perfino surreali, e contesti seri riferiti o immersi nella drammaticità della realtà quotidiana. La capacità di proporre un punto di vista dissacrante sulla realtà senza mai ignorarne gli aspetti e le valenze più seri e cupi è stata la chiave della comicità matura di Williams, che ha potuto così trasformare la battuta scherzosa da uno sguardo esterno e mordace sul mondo e sulle cose che non vanno a quello di un uomo che usa l’immaginazione e l’ironia per dare un senso più accettabile e degno alla vita in tutte le sue sfaccettature.

In questi ultimi mesi Williams stava lavorando sul sequel di Mrs. Doubtfire. Postuma uscirà la sua partecipazione ad altri quattro film:

Notte al museo: il segreto del faraone, terzo capitolo della serie con protagonista Ben Stiller, in cui Williams interpreta la statua del presidente Roosevelt che torna in vita.

Merry Friggin’ Christmas, regia di Tristram Shapeero, dove Williams ha la parte di un uomo che va a visitare la sua famiglia durante le vacanze di Natale e scopre di avere lasciato i regali per suo figlio a casa, così deve tornare a recuperarli per tempo.

Boulevard, diretto da Dito Montiel, in cui Williams è un uomo che ha sposato una donna per convenienza e per dare un senso alla sua vita si è creato una vita segreta.

Absolutely Anything, regia di Terry Jones, in cui Williams dà la voce al cane Dennis in un film in cui un uomo (Simon Pegg) scopre di avere poteri magici.

La morte dell’attore è stata annunciata dal comunicato rilasciato dall’ufficio dello sceriffo di Marin County, che rivela la situazione che si è presentata agli occhi di chi ha scoperto il decesso e lo stato degli accertamenti sulla morte improvvisa dell’attore: “Il giorno 11 agosto 2014, intorno alle 11:55, il servizio di telecomunicazioni di Marin County ha ricevuto una chiamata 911 nella quale si riferiva che un uomo adulto era stato scoperto nella sua residenza a Tiburon, CA in stato incosciente e con le funzioni respiratorie arrestate. L’ufficio dello sceriffo, così come i vigili del fuoco, sono stati informati dell’incidente e hanno inviato in emergenza sul posto del personale qualificato, che è arrivato sulla scena alle 12,00. Il soggetto, maschio, è stato dichiarato deceduto alle 12:02 ed è stato identificato come Robin McLaurin Williams, dell’età di 63 anni e residente a Tiburon, CA. Un’investigazione sulle cause, le modalità e le circostanze del decesso è attualmente in corso ad opera delle divisioni investigative e di medicina legale dell’ufficio dello sceriffo. Per quanto è stato finora accertato nel corso delle investigazioni preliminari, si sa che il signor Williams è stato visto per l’ultima volta vivo nella sua residenza, dove viveva con sua moglie, verso le 22:00 del 10 agosto 2014. Il signor Williams è stato trovato questa mattina poco prima di effettuare la chiamata al 911 al servizio di telecomunicazioni di Marin County. Al momento, il dipartimento di medicina legale dell’ufficio dello sceriffo sospetta che la morte sia stata causata da suicidio mediante asfissia, ma si dovrà svolgere un’indagine più accurata prima di arrivare a una conclusione definitiva. Un esame da parte della polizia scientifica è attualmente fissato per il 12 agosto 2014, durante il quale verranno effettuati test tossicologici”.

[Leggi anche: 10 curiosità a proposito di Robin Williams. Non tutti sanno che...]

Sono numerose le dichiarazioni di stima e di cordoglio espresse da attori e personaggi pubblici sulla scomparsa di Robin Williams. Menzioniamo qui alcune di quelle che ci sembrano più significative.

Presidente Barack Obama – “Robin Williams è stato un aviatore, un dottore, un piccolo genio, una governante, un presidente, un professore, uno sbalorditivo Peter Pan, e qualsiasi altro personaggio tra questi. Ma è stato unico nel suo genere. È arrivato nelle nostre vite come un alieno, ma alla fine è riuscito a toccare ogni aspetto dello spirito umano. Ci ha fatto ridere. Ci ha fatto piangere. Ha donato il suo incommensurabile talento gratuitamente e generosamente a chi ne ha avuto più bisogno – dalle nostre truppe che si trovavano all’estero agli emarginati nelle nostre strade. La famiglia Obama porge le proprie condoglianze alla famiglia di Robin, ai suoi amici e a tutti quelli che hanno trovato la loro voce e la loro poesia grazie a Robin Williams”.

Susan Schneider, moglie di Williams – “Ho perso mio marito e il mio miglior amico, mentre il mondo ha perso uno dei più amati artisti e una delle più belle persone. Sono totalmente affranta. Per la famiglia di Robin chiediamo il massimo rispetto della privacy durante questo nostro periodo di profondo dolore. Per quanto riguarda la sua memoria, la nostra speranza è che si metta in risalto non la morte di Robin, ma gli innumerevoli momenti di gioia e di risate che ha dato a milioni di persone”.

Danny DeVito – “Sono così rattristato. Difficile parlare. Difficile esprimersi. Difficile da accettare. Tutto quello che riesco a pensare è quanta gioia si provava a stare con lui. Sono sconvolto. Mando il mio amore alla famiglia e a tutti quelli che lo hanno amato. Il mio cuore è spezzato”.

Twentieth Century Fox Television – “Robin Williams è stato un gigante della commedia, e sebbene noi abbiamo potuto incontrarlo personalmente solo per una stagione, è stato caldo, divertente e sempre assolutamente professionale. Il suo cast e la sua squadra di lavoro l’amavano e hanno amato lavorare con lui, mentre i nostri cuori sono rivolti alla sua famiglia e agli amici. È stato unico”.

HBO – “Robin Williams ha elargito i suoi doni non comuni all’HBO per moltissimi anni. Non ha mai rinunciato a elevare la sua arte e l’ha fatto con un cuore pieno, generoso e appassionato. Sempre umile e delicato, Robin è stato un principe e avrà sempre un posto in tutti i nostri cuori”.

Steven Spielberg – “Robin è stato una tempesta di comicità geniale e le nostre risate sono state i tuoni che l’hanno alimentato. È stato un amico e non riesco a rendermi conto che se n’è andato”.

Mira Sorvino – “Ho avuto la fortuna straordinaria di lavorare con Robin in The final cut. È stato un uomo immensamente gentile e generoso, che non si è mai tirato indietro dal prendersi cura di tutte le persone intorno a lui. Aveva qualcosa di magico, rischiarava ogni stanza in cui si trovava, e stupiva tutti con le sue battute comiche che lasciavano senza fiato dalle risa, in cui trattava temi quotidiani e di attualità attraverso una specie di vertiginoso flusso di coscienza che non ci faceva smettere di ridere. Faccio tesoro dei ricordi che io e poi anche mio marito abbiamo condiviso con lui e sono sconvolta dal dolore nel sapere che a quanto pare si sia tolto la vita. Sarà sempre una luce nei nostri cuori. Riposa in pace, caro. I nostri pensieri e le nostre preghiere sono con la tua famiglia, ti mandiamo il nostro amore”.

Chevy Chase – “Io e Robin eravamo grandi amici. Entrambi soffrivamo dello stesso male poco conosciuto: la depressione. Non mi sarei mai aspettato questo modo di lasciare la vita e di terminare la sua presenza nelle nostre esistenze. Dio lo benedica e benedica noi per la sua vita. Non riesco a crederci. Sono sopraffatto dal dolore. Che uomo/ragazzo meraviglioso e che magnifico talento nella più importante forma d’arte dei nostri tempi, la commedia. L’ho amato”.

Mel Gibson – “La cosa che mi ha colpito più a fondo di lui è la grandezza del suo cuore. Era molto compassionevole. Ma era anche un punto di riferimento. E quello che ha fatto l’ha fatto al meglio. Ha fissato una soglia molto alta da toccare per le persone che verranno dopo di lui. Non soltanto lui è stato eccelso nel suo campo, ma ha saputo dare il meglio in tutti gli altri campi in cui ha lavorato. Se n’è andato troppo presto”.

Forest Whitaker – “Il mondo ha perso un’anima speciale. Robin ha toccato i nostri cuori, ci ha fatto ridere, ci ha dato gioia, ci ha fatto pensare all’impossibile. Sono fortunato a essere potuto entrare nel suo universo. Ha cambiato per sempre il mondo con la sua presenza. I miei pensieri e le mie preghiere sono rivolti alla sua famiglia e ai suoi cari”.

Diane Lane – “Il talento esplosivo di Robin vivrà sempre nel lavoro della sua vita, portandoci gioia, allegria e umanità. Le mie condoglianze alla sua famiglia; è stato un onore lavorare con lui e la sua generosità rimarrà sempre un’ispirazione”.

Ben Stiller – “Ho incontrato Robin a 13 anni a The Improv. Ero lì con i miei genitori che stavano recitando ed era affollatissimo. A un tratto ho sentito una voce dietro di me dire: ‘resta vicino a tua madre e sarai al sicuro’. Mi sono girato ed era Robin. Per un tredicenne che era un fan esaltato di Mork e Mindy è stato come la fine del mondo. Non l’ho mai dimenticato. Perciò lavorando con lui molti anni dopo ho avuto sempre questa vocina dentro di me che mi ripeteva: ‘Stai recitando con Robin Williams! È la cosa più bella del mondo!’. Non ho mai smesso di essere un fan. Credo che la maggior parte delle persone mie coetanee abbiano la stessa sensazione, ossia che lui, Steve Martin e Bill Murray un qualche modo rappresentassero il senso stesso della comicità. La sua gentilezza e la sua generosità sono ciò che mi è rimasto impresso di lui. Quanto è stato gentile con tutti quelli che hanno voluto mettersi in relazione con lui. E poi Robin non ha mai fatto a meno di essere divertente in ogni occasione. Continuava a fare una cosa fintantoché continuava a farti ridere. Ha fatto sbellicare dalle risate moltissime squadre di ripresa dei film prima che il pubblico potesse mai vedere il girato. Ha avuto un tale impatto sul mondo… C’è stato quest’uomo e il suo talento ed entrambi sono stati straordinari”.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box