Ritratto di Marco Rovaris
Autore Marco Rovaris :: 15 Agosto 2014

Per ricordare le due star, morte a un solo giorno di distanza, al festival di Locarno sono stati inseriti nel programma il noir "Il Grande Sonno", pietra miliare della coppia Bogart Bacall, e "One Hour Photo", con un grande Robin Williams

Robin Williams e Lauren Bacall

Il Festival di Locarno ha prontamente dedicato uno spazio alle celebrità americane recentemente scomparse a un solo giorno di distanza, Robin Williams e Lauren Bacall, venuti a mancare rispettivamente a 63 e 89 anni. La manifestazione svizzera non poteva non ricordare dignitosamente le due star e così, all'interno del ricco programma, c'è stato il modo anche di commemorarle.

Per oggi, 15 agosto, è stata fissata la proiezione di Il Grande Sonno, pietra miliare del genere noir dove la coppia Humphrey Bogart/Lauren Bacall è diretta dal maestro Howard Hawks in una trasposizione delle avventure del detective privato Philip Marlowe: il ruolo di Vivian Sternwood è uno dei più famosi e apprezzati dell'attrice, entrata nella storia anche grazie a questo capolavoro cinematografico. L'omaggio alla Bacall è quindi doppio, perché proprio con questa pellicola - un classico - il noir ha ritrovato una linfa vitale che ha dato una spinta ulteriore a uno dei generi più amati dal pubblico, e l'interpretazione dell'attrice è stato uno dei punti di forza di questa dinamica. Un articolo del Festival ha ricordato anche due altre importanti opere in cui Lauren Bacall è comparsa, non più giovane: Dogville e Manderlay di Lars von Trier.

Robin Williams è stato omaggiato con il thriller del 2002 di Mark Romanek One Hour Photo, che fu presentato proprio a Locarno nel 2002 e dove Williams interpreta uno psicopatico. Il direttore del Festival ha ricordato il potere dell'attore di provocare risate ma anche lacrime nel suo pubblico e un pezzo redatto dallo stesso Festival ha ricordato la grande interpretazione del barbone disturbato in cerca del Santo Graal in La Leggenda del Re Pescatore di Terry Gilliam. la speranza è che la tragedia spinga a riscoprire le incredibili doti di Williams attraverso le tante incarnazioni della sua carriera.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box