Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 12 Novembre 2015

Il 24 novembre partiranno in Bretagna le riprese del nuovo film di Emmanuelle Bercot, "La fille de Brest", che affronterà lo scandalo del farmaco Mediator che ha colpito la Francia qualche anno fa

Emmanuelle Bercot

Dopo aver aperto l'ultimo Festival di Cannes con A testa alta, dramma con la divina Catherine Deneuve a farla da protagonista assoluta, l'autrice francese Emmanuelle Bercot si appresta adesso a girare la sua prossima pellicola, La fille de Brest, che affronterà la storia vera del caso Mediator, medicinale antidiabetico ma prescritto dai dottori francesi come pillola dietetica alle loro pazienti. Nel 2009 lo scandalo colpì l'intera nazione, dopo un'analisi che ha dimostrato come il farmaco avesse ucciso almeno 500 persone per complicazioni cardiovascolari.

Insomma, decisamente un argomento scottante, e che vedrà per protagonista una donna che – come una fattispecie di Erin Brockovich europea - deciderà di compiere le proprie ricerche per smascherare la grande ditta farmaceutica. Ricco e variegato il cast radunato dalla produzione: avremo tra gli altri, la danese Sidse Babett Knudsen (Borgen – Il potere, The Duke of Burgundy) e il francese Benoit Magimel (La pianista, La French).

A curare la sceneggiatura, invece, è la stessa Bercot, aiutata per l'occasione da Severine Bosschem, proveniente dal settore televisivo, ambito in cui ha precedentemente curato serie come Age Sensible, Reporters e Summer Dreams. Fra i produttori, abbiamo poi la Haut et Court e la France 2 Cinéma, con le vendite internazionali della pellicola affidate al rinomato Wild Bunch. 

[Leggi anche: I fratelli Dardenne iniziano le riprese di "La fille inconnue"]

Attualmente, non è ancora stata annunciata nessuna data d'uscita (nonostante qualcuno – compresi noi – è pronto a scommettere che si punterà al Festival di Cannes 2016), ma il primo ciak è programmato in Bretagna a partire dal 24 novembre. 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box