Ritratto di Marco Rovaris
Autore Marco Rovaris :: 30 Settembre 2014

Fuori il trailer del primo film di Zachary Wigon, ritratto della crisi di fiducia di cui soffrono le relazioni nell'epoca dei social e del digitale. Come nascondere la propria posizione? Come trovare qualcuno? "The Heart Machine" prova a descriverlo

The Heart Machine

Disponibile in rete il trailer di The Heart Machine, debutto al lungometraggio del regista Zachary Wigon già proiettato in anteprima modiale quest'anno al SXSW Film Festival. Come si può tenere segreta la propria posizione precisa nello spazio nell'attuale mondo di Facebook, Instagram e Internet? E come si può arrivare a trovare qualcuno che si sta cercando? The Heart Machine - che debutterà in alcune sale cinematografiche e in video-on-demand il 24 ottobre - pone queste domande in un eccitante trailer.

John Gallagher Jr., conosciuto per The Newsroom di produzione HBO, interpreta Cody, un newyorchese solo che incontra la donna dei suoi sogni in Internet. Ma Virginia (Kate Lyn Sheil) vive a Berlino, almeno così sostiene la ragazza. Malgrado l'Oceano Atlantico sia un grosso ostacolo tra i due, Cody e Virginia iniziano una relazione a distanza; ma presto Cody inizia a credere che Virginia potrebbe essere un po' più vicina di quello che inizialmente credeva o che gli era stato detto.

Il film di Wigon è un ottimo spunto per interrogarsi sul tipo di relazioni che si instaurano tra le persone nell'epoca del digitale, tra chat e videochiamate che sostituiscono il contatto diretto e gli incontri faccia a faccia. Le relazioni a distanza, già complicate nell'epoca della penna e del calamaio, con il supporto di Internet si trasformano facilmente in ossessioni, facilitando l'emergere di sospetti e paranoie che creano un vortice di diffidenza che si conclude quasi sempre male.

Il trailer del film è molto avvincente e presenta cambi di tenore notevoli. Dall'iniziale conoscenza tra i due si passa alla paranoia attraverso un paio di situazioni che fanno vacillare le sicurezze del protagonista. Il primo dubbio è frutto dell'udito: durante una videoconversazione Cody sente una sirena di ambulanza e riconosce il suono dei mezzi locali; lei sostiene che non c'è nulla di strano, ma il ragazzo controlla in rete il suono della sirena tedesca e la scopre differente da quella di New York. Il secondo episodio è visivo: Cody sostiene di aver visto Virginia seduta a leggere nel vagone della metropolitana dirimpetto al suo. La crisi è definitiva, ma chi è davvero Virginia?

 

 

trailer The Heart Machine

Categorie generali: 

Facebook Comments Box