Ritratto di Marco Rovaris
Autore Marco Rovaris :: 23 Febbraio 2015

L'uomo il cui nome è legato a doppio filo con la moda esordì nel 2009 dietro la macchina da presa con "A Single Man": fu un successo sia per lui sia per Colin Firth. Ora Tom Ford ha appena terminato lo script, adattamento di un romanzo giallo

Tom Ford

Dopo anni di lavoro nel campo della moda, Tom Ford nel 2009 decise di fare il passo nel mondo del cinema con A Single Man. Il suo talento visivo lasciò a bocca aperta i critici così come la sua delicatezza nel raccontare la storia di un uomo che deve gestire le conseguenze della morte della persona amata: il film fu uno dei successi dell'anno e Colin Firth, il protagonista, ricevette il plauso del mondo di Hollywood per la sua convincente interpretazione.

Avvia la prova gratuita su MUBI

Da allora il pubblico e i colleghi si sono chiesti quando Ford sarebbe tornato a lavorare al cinema e il momento sembra finalmente arrivato. Il regista ha da poco dichiarato di aver finito una nuova scenaggiatura lo scorso autunno per un adattamento di un romanzo thriller - il cui titolo non è però stato ancora rivelato - e di avere appena iniziato le prime prove di casting. 

Parlando dei principali cambiamenti apportati nel materiale acquisito, Ford ha detto che "un libro è un libro; un film è un film. Sono cose totalmente diverse. Qualche volta le cose sono sottintese in un libro perché c'è un monologo interiore di un personaggio e, proiettando questo in un film, quel monologo non ce l'hai - a meno che tu non lo faccia, cosa che non mi piace... Devi avere qualcosa di personale; devi prendere ciò che in un libro ti conquista e amplificarlo. In un certo modo è impressionismo".

[Leggi anche: Recensione di Le due vie del destino - The Railway Man | La storia di come Colin Firth e Nicole Kidman divennero manichini]

Il film dovrebbe essere diviso in due parti e l'idea è quella di girare durante l'autunno, specialmente nel periodo tra metà settembre e dicembre inoltrato. In ogni caso Ford ha dichiarato che, per finire le riprese, non dovrebbero essere impiegate più di sei settimane. 

Le attese crescono, anche per capire come il regista e uomo di moda si approccerà a un genere diverso rispetto a quello esplorato in A Single Man, sicuramente più leggero rispetto ai thriller che girano al giorno d'oggi nelle librerie. Quello che non si può mettere in dubbio già da ora sarà la classe dell'immagine, una sicurezza della quale è difficile dubitare.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box