Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 6 Dicembre 2014

Un nuovo film tratto da Tolkien dopo "Lo Hobbit - La battaglia delle Cinque Armate"? Ian McKellen, che nella saga interpreta il mago Gandalf, è convinto di sì. E Peter Jackson che cosa ne pensa in proposito?

Lo Hobbit - La battaglia delle cinque armate

Uscirà finalmente, il 17 Dicembre, Lo Hobbit – La battaglia delle Cinque Armate, che dovrebbe chiudere la saga tolkeniana iniziata da Un viaggio inaspettato, e prima ancora dalla trilogia de Il signore degli anelli. Ma sarà davvero l'ultima volta di Peter Jackson nella Terra di Mezzo? Infatti, esiste certamente altro materiale che i fan vorrebbero vedere sul grande schermo, e pensiamo al Silmarillion, che per quanto non veda protagonisti né Bilbo né Frodo, racconta comunque la genesi del mitico universo magico, dalle origini fino alla creazione dei famigerati anelli.

Parlando in una recente conferenza stampa, Peter Jackson ha dichiarato che il problema riguarda principalmente i diritti d'autore: quelli per Il signore degli anelli e Lo Hobbit erano stato venduti personalmente da Tolkien negli anni '60, ma il resto dei suoi lavori appartiene ancora agli eredi, che al momento non sono proprio interessati a venderli ad una casa cinematografica. In primis, il primo ad essere contrario è il figlio Christopher, che nel 2012 ha dichiarato sulle pagine di Le Monde: “Tolkien è diventato un mostro, divorato dalla sua stessa popolarità e assorbito dall'assurdità del nostro tempo. L'abisso tra la bellezza e la serietà delle sue opere, e ciò che sono diventate, mi ha sopraffatto. La commercializzazione ha ridotto l'impatto estetico e filosofico della creazione al nulla. C'è solo una soluzione per me, voltare le spalle”.

Ian McKellen però, che nei film interpreta il mago Gandalf, è convinto che presto o tardi cambierà idea, e che un giorno Tolkien possa tornare nuovamente a vivere nella magia del grande schermo. Che sia troppo positivo in proposito? In caso, non dubitiamo che le maggiori case di produzione si prenderebbero a botte pur di riuscire a comprare i diritti di qualsiasi materiale firmato dall'autore, in quanto sono gli stessi incassi a confermare quanto questo universo fatto di hobbit, maghi, nani e creature incantate sia ormai entrato nell'immaginario collettivo, almeno al pari di Star Wars.

[Leggi anche: Ecco il trailer italiano di "Lo Hobbit: La battaglia delle cinque armate"]

In attesa di ulteriori notizie future, ricordiamo che Peter Jackson ha annunciato che la sua prossima pellicola sarà invece The Adventures of Tintin: Prisoners of the Sun, secondo capitolo della saga animata iniziata da Steven Spielberg nel 2011. L'uscita prevista nelle sale è nel Dicembre del 2016, e per l'occasione potrebbero tornare in cabina di doppiaggio Andy Serkis e Jamie Bell. 

Categorie generali: 

Facebook Comments Box