Ritratto di Redazione
Autore Redazione :: 15 Ottobre 2015

"The Walking Dead", celebre serie zombesca creata da Robert Kirkman, si conferma il re delle televisioni americane e britanniche, totalizzando degli ottimi numeri con la première della sesta stagione

The Walking Dead

Nonostante le critiche sempre più insistenti e dei detrattori che paiono aumentare ogni giorno che passa, The Walking Dead si conferma ancora una delle serie più seguite e celebrate del panorama. La prima puntata della sesta stagione andata in onda su AMC, infatti, ha raggiunto oltre 14,6 milioni di telespettatori, rivelandosi il programma più visto dagli americani la scorsa domenica sera, battendo la Sunday Night Football della NBC e superando i numeri dell'altra attesissima prémiere della stagione, quella di Empire

A questi dati già sfavillanti, aggiungiamoci poi il totale di quasi un milione di tweet durante la messa in onda, i quali hanno generato oltre 3 miliardi e mezzo di commenti. La medesima cosa su Facebook e tutti gli altri maggiori social: The Walking Dead, insomma, rimane un assoluto fenomeno di massa. Il successo, chiaramente, si è propagato anche oltreoceano: ad esempio, in Gran Bretagna la puntata ha ottenuto un numero di share 4 volte maggiore rispetto il programma rivale, la partita di calcio U. K. vs Lithuania. Vi rendete conto? La serialità televisiva ha vinto contro il calcio!! Chissà quando potrà accadere anche in Italia?

[Leggi anche: Come cambierà Rick Grames in "The Walking Dead 6"]

Se ci aggiungiamo pure le visioni illegali in streaming e download, infine, le cifre sono decisamente destinate ad aumentare in maniera ancora più vasta. Proprio pochi giorni fa, al Comic-Con di New York, il creatore della serie Robert Kirkman ha promesso che per The Walking Dead questa sarà “la stagione più intensa che si sia mai vista”, e la prima recensione di Variety - che ha definito la puntata "una festa irresistibile" - sembrerebbe confermare le sue parole.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box