Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 5 Agosto 2015

Non solo i già annunciati Jude Law e Diane Keaton. In "The Young Pope", mini-serie televisiva che sta attualmente girando Paolo Sorrentino, ci saranno anche, tra gli altri, James Cromwell, Silvio Orlando e Ludivine Sagnier

Paolo Sorrentino

Inarrestabile Paolo Sorrentino, attualmente al lavoro sulla mini-serie televisiva The Young Pope. Dopo l'annuncio del protagonista Jude Law (che vestirà i panni di Papa Pio XIII, fortemente conservatore nelle sue scelte ma con una grandissima compassione per i più deboli) e di Diane Keaton (la quale sarà invece Suor Mary), la produzione rivela ora il resto del cast, che vede veramente una squadra internazionale ricchissima.

Avremo James Cromwell nel ruolo del Cardinale Michael Spencer, mentore del protagonista; Silvio Orlando, che indosserà i panni del Cardinale Voiello, segretario del Vaticano; Scott Sheperd, che sarà il sudamericano Cardinale Dussolier; Cecile De France come Sofia, responsabile del marketing in Vaticano; Javier Camara nelle vesti del Maestro di Cerimonie Gutierrez; e Ludivine Sagnier aka Esther, moglie di una guardia svizzera. A questi celebri nomi, si aggiungono poi quelli di Toni Bertorelli, Guy Boyd, Andre Gregory, Sebastian Roche, Marcello Romolo, Ignazio Oliva, Vladimir Bibic e Nadie Kammalaweera. Insomma, dall'Italia agli States, passando per la Francia e la Spagna: una mossa intelligentissima, questa, da parte della produzione, che si garantisce così un'attenzione globale che equivale ad un maggior successo di mercato.

Curata da Wildside, Mediapro e Haut et Court, The Young Pope si comporrà di 8 episodi tutti diretti da Sorrentino, affiancato per l'occasione da alcuni sceneggiatori extra come Toni Grisoni, Umberto Contarello e Stefano Rulli. Al momento, ancora nessuna notizia riguardo una data di messa in onda. 

[Leggi anche: I 10 migliori registi italiani del panorama secondo i critici americani

In attesa, ecco che cos'ha rivelato precedentemente l'autore: “I segni evidenti dell’esistenza di Dio. I segni evidenti dell’assenza di Dio. Come si cerca la fede e come si perde la fede. La grandezza della santità, così grande da ritenerla insopportabile. Quando si combattono le tentazioni e quando non si può fare altro che cedervi. Il duello interiore tra le alte responsabilità del capo della chiesa cattolica e le miserie del semplice uomo che il destino (o lo Spirito Santo) ha voluto come Pontefice. Infine, come si gestisce e si manipola quotidianamente il potere in uno stato che ha come dogma e come imperativo morale la rinuncia al potere e l’amore disinteressato verso il prossimo. Di tutto questo parla The Young Pope”.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box