Ritratto di Enrico Bulleri
Autore Enrico Bulleri :: 26 Maggio 2018
"Drug Wars II: The Cocaine Cartel aka The Colombia Connection"

Recensione di "Drug Wars II: The Cocaine Cartel" (Film Tv) (Usa 1992), Michael Mann

"Drug Wars II - The Cocaine Cartel aka The Colombia Connection"

Prima del grande successo di massa di Narcos e di Pablo Escobar El Patròn del Mal, un po' di storia del narcotraffico nelle serie tv e al cinema, parlando della misconosciuta miniserie in due parti Drug Wars, coprodotta da Michael Mann nel 1992

Molto prima di “Narcos”, e di “Pablo Escobar El Patròn del Mal”, Richard Brams e Michael Mann, già creatori di “Miami Vice”, crearono con il loro inconfondibile stile una miniserie incentrata su di un agente infiltrato della DEA nel cartello di Medellin, e sulla lotta e la caccia ai più famosi narcotrafficanti dei cartelli di Calì e di Medellin. La miniserie, è realizzata benissimo e di livello mediamente eccellente, riprendendo molto delle tematiche e delle inconfondibili atmosfere della più famosa serie sopra citata.

Anche gli stessi collegamenti con essa e i vari personaggi realmente esistiti, sono numerosi. Incredibilmente, e non ostante il successo di questo tipo di storie e personaggi, così rinnovatosi negli ultimi anni, la miniserie non si trova ancora in dvd, da nessuna parte. Io stesso ce l'ho solamente registrata dalla tv, Italia1, nel 1995.

Eppure, fu forse la prima serie tv a mostrare lo stile di vita dei boss dei cartelli colombiani della droga, con i loro veri nomi e mostrando i fatti reali cosi come erano accaduti e stavano accadendo in quel momento, nella Storia colombiana, e senza dimenticare che molti di loro, come i F.lli Rodriguez-Orejuela o “Pacho” Hélmer Herrera Buitrago, erano in quel momento ancora vivi e al massimo del loro potere criminale ed economico.

All'epoca molti di loro non erano ancora stati catturati ed estradati nelle carceri degli Stati Uniti, dove sono tutt'ora, e conducevano i loro traffici illeciti con la copertura di attività legittime, ma sempre estremamente violenti restavano. La sceneggiatura e la ricostruzione di tutti i densissimi e travagliati avvenimenti colombiani degli anni '80 e primi '90, non delude chi si interessa di quei fatti, oltretutto restituiti con quell'eccellente senso dell'azione che è il marchio più riconoscibile e irrinunciabile, di ogni produzione manniana.

Meritevole è anche l'importanza data al personaggio della giudice Sonia Perez-Vega, che rischia la propria vita e quella della famiglia, senza persone come lei il male avrebbe sempre trionfato. Infine, altro attore tra i preferiti di Michael Mann, Dennis Farina compie un ottimo lavoro nel ruolo dell'agente Mike Cerone. Il suo stile e carisma si adatta davvero bene a questo tipo di ruoli. Sono presenti altri interpreti manniani come Alex McArthur che già aveva interpretato Neil McCuley in “Sei solo, Agente Vincent”(L.A. Takedown)(1989) l'embrione televisivo di “Heat- La Sfida”, e John Glover che pure aveva recitato in un episodio di “Miami Vice”, oltre - ed è impossibile non menzionarlo - a Michele Placido, nella parte del colonnello dell'esercito colombiano Roberto Chavez.

Anche se "The Cocaine Cartel" non è altrettanto eccellente della prima parte "Drug Wars: The Kiki Camarena Story" (con Steven Bauer, Elisabeth Pena, Benicio Del Toro, Everett McGill), è ancora adrenalinica e grintosa in quantità tali, che dovrebbe assolutamente essere vista.

Primetime Emmy Awards 1992

Nominato
Emmy Primetime

Miglior montaggio di un solo montatore per una miniserie o uno speciale - Produzione di una singola miniserie
Douglas Ibold

Per la parte II.

Miglior miniserie
Michael Mann (produttore esecutivo)
Richard Brams (co-produttore esecutivo)
Gordon Greisman (co-produttore esecutivo)

American Cinema Editors, USA 1993

Nominato
Eddie

Miglior montaggio per l'episodio di una serie televisiva

Douglas Ibold

American Society of Cinematographers, USA 1993

Vincitore
Premio ASC

Migliore fotografia in una miniserie
Roy H. Wagner

"Drug Wars: The Cocaine Cartel"
"Drug Wars: The Cocaine Cartel"

Voto della redazione: 

4

Facebook Comments Box