Ritratto di Pierre Hombrebueno
Autore Pierre Hombrebueno :: 14 Marzo 2015

Mentre il suo ultimo "Blackhat" continua a dividere i critici di tutto il mondo, scopriamo ora i 10 film preferiti di Michael Mann. Nella lista non solo alcuni imprescindibili classici, ma anche un paio d'inaspettate sorprese

Michael Mann

Il suo ultimo film, Blackhat, ha fortemente diviso la critica internazionale. Noi continuiamo a rimanere suoi fedeli adepti, e in proposito potete leggere la nostra recensione della pellicola. Stiamo ovviamente parlando di Michael Mann, tra gli ultimi grandissimi del cinema americano, cineasta dietro opere come Collateral, Heat – La sfida e Insider – Dietro la verità. Il momento è dunque opportuno per tuffarci ulteriormente nel suo pensiero e nella sua idea di cinema, e ad aiutarci è la rivista Sight & Sound, che nel 2012 chiese al regista di elencare i suoi film preferiti di sempre. Diamo un'occhiata alla lista:

In classifica, non potevano certamente mancare due autori considerati dei monumenti sacri da tutto il circuito di film-maker. Così, la scelta d'inserire Quarto potere di Orson Welles e Sfida infernale di John Ford potrebbe sembrare abbastanza scontata, eppure anche così necessaria e imprescindibile. A questi, si affiancano poi altri due titoli statunitensi entrati nell'immaginario cinefilo collettivo, Il mucchio selvaggio di Sam Peckinpah e Il Dottor Stranamore di Kubrick. In particolare, pensiamo che la pellicola di Peckinpah sia tra quelle che hanno lasciato un segno più profondo nella formazione registica di Mann, i cui risultati abbiamo visto nelle scene action di Nemico Pubblico e Heat.

Poi il cineasta si tuffa nel periodo newhollywoodiano, citando l'immenso Apocalypse Now di Francis Ford Coppola e Toro Scatenato di Martin Scorsese. Nulla di strano nemmeno qui, ma è adesso che viene il bello: tra i film più recenti, scopriamo il grande inaspettato amore di Mann non solo per Avatar di James Cameron, ma anche per, udite udite, Biutiful di Alejandro González Iñárritu probabilmente il titolo meno apprezzato dalla critica tra quelli girati dal rinomato autore messicano. Se possiamo capire l'ammirazione (anche solo tecnica) per il sontuoso lavoro condotto da Cameron nel suo celebre blockbuster, difficile è vedere il nesso tra Mann e un film come Biutiful, il cui punto di forza stava solamente nella performance del protagonista Javier Bardem.

[Leggi anche: Classifica: 100 registi scelgono i 100 migliori film della storia del cinema]

Avvia la prova gratuita su MUBI

Infine, ritornando in territori più sicuri, a chiudere la top 10 sono altri classici del cinema mondiale, di quelli che bombardano costantemente agli studenti del DAMS: da una parte, La corazzata Potemkin di Sergej Ėjzenštejn; dall'altra, La passione di Giovanna d'Arco, capolavoro danese firmato da Carl Theodor Dreyer. 

Quindi, cosa dire, vi piace la classifica di Mann? Vi trovate d'accordo con lui? Avete delle riserve? Fatecelo sapere!

Categorie generali: 

Facebook Comments Box