Ritratto di Erika Favaro
Autore Erika Favaro :: 21 Settembre 2016

Un post di un film-maker invita a non sottovalutare le potenzialità di video molto brevi e facili da produrre

pellicola

Continua il nostro viaggio tra i blog tenuti dai film-maker, un modo assolutamente utile per tenersi aggiornati e farsi venire nuove idee. Oggi siamo sempre all’interno del sito filmmakerprocess.com e la parola è quella di Robert Hardy. Sarà proprio lui a tentare di convincerci che uno dei migliori modi per esercitarsi nell’arte cinematografica è quella di produrre quelli che lui chiama micro-short video.

Più brevi dei cortometraggi, i micro-short video durano all’incirca massimo tre minuti e sono un’ottima palestra per chiunque sogni di migliorare o di riuscire, un giorno, a dirigere un film tutto suo.

Per essere a nostra volta più sintetici possiamo riassumere i consigli dell’autore del post in qualche punto:

Risparmio di tempo e denaro
Visto che non è facile “campare” di solo cinema all’inizio, è importante sottolineare come i micro video siano veloci da produrre. Questo vi permetterà di avere tempo per fare altro, ma anche per lavorare a più progetti contemporaneamente. In più non sottovalutiamo che molto spesso – a meno che non si usino tecniche iper sofisticate – più ci si tiene ristretti con i tempi, più si riesce a risparmiare sul budget.

Possibilità di sperimentare
Sarà più facile darsi degli obiettivi: in un micro film ad esempio potrete concentrarvi su una singola tecnica in modo da ampliare le vostre competenze mettendovi alla prova in prima persona. La quantità poi andrà a creare la qualità, permettendovi anche di costruire una vostra filmografia variegata da proporre a possibili produttori.

Trovate la vostra impronta
Sperimentare tanti stili diversi può sembrare snervante, ma vi permetterà anche di capire meglio cosa vi piace e in cosa avete bisogno di migliorare. Solo dopo diversi tentativi potrete dire di aver chiara la vostra identità artistica.

[Leggi anche: Nikon D810 promette di soddisfare anche i videomaker più esigenti]

Il fallimento farà meno male
Provate a pensare: sbagliare il rigore durante una finale è molto più doloroso rispetto all’errore che possiamo commettere in allenamento. Ecco perché “sbagliare” la produzione di un micro film avrà senz’altro un impatto migliore rispetto alla sensazione di aver buttato via intere settimane della vostra vita.

Categorie generali: 

Facebook Comments Box